Condividi su

Un milione di euro per la riqualificazione delle piste ciclabili e la loro messa in sicurezza.
Nel Comune di Novara al momento ci sono 34 chilometri di percorsi ciclabili con l’obiettivo, nei prossimi anni, di arrivare secondo le direttive del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) a 111.
Il primo passo riguarda la ristrutturazione dell’esistente.


L’opera verrà realizzata in tre lotti. Il primo, quello che sarà realizzato nel 2023, ha un costo di 350mila euro e riguarda il centro ed in particolare i baluardi, largo Bellini, largo Puccini e parte del Torrion Quartara.
«Il progetto è stato approvato in sede di giunta anche se ancora non è finanziato con lo scopo di portarsi avanti con i lavori, parliamo di una programmazione triennale» spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Rocco Zoccali.
«Il finanziamento sarà definito con gli avanzi con l’approvazione del bilancio definitivo. Abbiamo deciso di modificare la procedura per accorciare i tempi della burocrazia. Una volta che ci saranno i soldi, in sostanza, siamo pronti a partire con la gara d’appalto e successivamente con i lavori grazie ad un progetto già esistente».
«Le piste ciclabili sono fondamentali e vogliamo la loro implementazione per incentivazione la mobilità sostenibile e rendere la circolazione dei pedoni il più sicura possibile. Ecco allora che ancora prima di aumentare i chilometri di piste diventa importante mettere in sicurezza l’esistente – prosegue l’assessore – Si è scelto di partire dalla rete interna perché c’è il maggior numero di utenti ed è utilizzata principalmente da studenti, dagli universitari e dai professori ma anche da coloro che vengono a lavorare in centro».
Servizio completo sul giornale l’Azione in edicola da oggi, venerdì 10 marzo o scaricabile on line direttamente da qui.

Condividi su

Leggi anche

l'AZIONE

Da Novara a Parigi per respirare l’aria Olimpica

Marco Cito

Fondo Cometa
l'AZIONE

Nasce il Fondo Cometa, a Novara, per sostenere la sanità

Monica Curino

l'AZIONE

Il Novara in ritiro, Gattuso: «Creare un gruppo solido»

Marco Cito

Unione
l'AZIONE

L’Unione Ciechi Novara ora ha a disposizione una fotocamera digitale avanzata

Monica Curino