Condividi su

Gli abitanti della frazione collinare di Dagnente sono intervenuti alla presentazione delle opere di restauro del campanile. La chiesa è quella di San Giovanni Battista. In passato (negli anni 60-70) due Presidenti della Repubblica si sono adoperati per assicurare contributi alla manutenzione del campanile. Si tratta di Giovanni Gronchi (che aveva scelto Dagnente per i suoi periodi di vacanza nella casa della sorella, proprio poco sotto la chiesa) e Oscar Luigi Scalfaro (che aveva preso a cuore la richiesta dei fedeli).

Anche un ministro – Giulio Pastore – si era dato da fare. È stato promosso un incontro con l’architetto per illustrare il progetto del risanamento conservativo, con i prospetti esterni, la cuspide, le campane e l’illuminazione. Presenti il parroco, don Claudio Leonardi, il vice don Roberto Salsa. L’architetto Silvia Angiolini ha illustrato il progetto e Gianluca Vacchini ha spiegato il ruolo della Fondazione Comunità del Novarese quale ente sostenitore di parte delle spese.

L’articolo integrale e le notizie dalle parrocchie della Diocesi di Novara si possono trovare sul nostro settimanale, in edicola a partire da venerdì 10 maggio. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente qui.

Condividi su

Leggi anche

il SEMPIONE

L’Alcolock fa più sicuri gli scuolabus aronesi

Giulia Dusio

In Primo Piano
l'AZIONE

130mila euro per 5 progetti di restauro di beni culturali del territorio da Fondazione Comunità Novarese

Redazione

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/1/19/Isola_di_San_Giulio_%289182453906%29.jpg
Diocesi
l'INFORMATORE

È morto don Giacomo, storico cappellano dell’Isola di San Giulio. Il ricordo della comunità Mater Ecclesiae

Andrea Gilardoni