Condividi su

“Partiremo a passo di carica”. Queste le parole pronunciate da Alberto Gusmeroli nel giorno del suo insediamento a sindaco delle città di Arona. Indossa la fascia tricolore per la terza volta in quindici anni. Le sue parole sono di sprone alla sua squadra e di sicurezza nei confronti dei 3.748 elettori che gli hanno dato la fiducia. “Arona ha la necessità di riprendere i programmi interrotti dallo scorso ottobre e di portare a compimento le opere avviate e di progettare quelle nuove.

Abbiamo studiato, con la mia squadra, un programma dettagliato che ha raccolto i consensi della cittadinanza”. A caldo con le urne appena vuotate ha affermato: “È la vittoria di una grande squadra che è sempre stata al mio fianco, ma ancora di più la squadra della lista civica “Noi per Arona” 350 persone di tutte le età e i credi politici, di tutti i quartieri che si è messa al fianco della Lega. Ora potranno aiutarci nell’amministrazione della città. Continueremo la crescita iniziata nel 2010. Dobbiamo essere vicini alle persone in difficoltà, coinvolgendo i giovani.

Nei primi 100 giorni si vedrà subito il cambio di passo della città. Quello ottenuto è un grande risultato plebiscitario; ce lo aspettavamo ma non in questa misura così forte”. È durato oltre un minuto l’applauso quando il messo comunale Alfonso Cuozzo gli ha posto la fascia tricolore, simbolo del ruolo che Gusmeroli va a rioccupare dal 2020 quando aveva ceduto lo spazio al suo vice Federico Monti. Il neoeletto si dovrà dividere tra Arona e Roma, ma il suo motto rimane “Volere è potere”.

Articoli sulle elezioni e altri approfondimenti dai territori della Diocesi di Novara, sul nostro settimanale, in edicola a partire da venerdì 14 giugno. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente sopra qui.

Condividi su

Leggi anche

Uno scorcio del museo di Arona (Foto Museo di Arona)
il SEMPIONE

Viaggi nel tempo e nello spazio, rassegna di archeologia ad Arona

Giulia Dusio

il SEMPIONE

L’Alcolock fa più sicuri gli scuolabus aronesi

Giulia Dusio

In Primo Piano
l'AZIONE

130mila euro per 5 progetti di restauro di beni culturali del territorio da Fondazione Comunità Novarese

Redazione