Condividi su

Per prendere parte alla celebrazione della beatificazione del martire don Giuseppe Rossi – domenica 26 maggio alle 16 in cattedrale – sarà necessario comunicare la propria presenza scrivendo a
[email protected].

Lo chiede la segreteria organizzativa, visto l’alto numero di fedeli che hanno già richiesto di essere presenti. La segreteria organizzativa chiede di segnalare anche l’eventuale presenza di fedeli portatori di disabilità, per i quali sarà garantita l’assistenza dei volontari dell’Oftal (Opera Federativa Trasporto Ammalati a Lourdes) della sezione diocesana di Novara. In caso di un’alta affluenza, la celebrazione sarà anche trasmessa in streaming nella Basilica di San Gaudenzio, dove sarà garantita la presenza di sacerdoti per la distribuzione della comunione.

Intanto proseguono le iniziative di preparazione alla beatificazione: il 5 maggio, a Castiglione, è stata inaugurata la casa-museo di don Rossi. Nove stanze nelle quali sono ricostruiti – con arredi originali – gli ambienti in cui il beato visse. In esposizione anche i suoi oggetti personali come gli iconici occhiali e la veste che indossava il giorno in cui fu ucciso.

Le notizie dalle parrocchie della Diocesi di Novara si possono trovare sul nostro settimanale, in edicola a partire da venerdì 3 maggio. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente qui.

Condividi su

Leggi anche

Diocesi

Dalla diocesi di Novara a Roma per il Giubileo: le date, il programma e i costi

Sara Sturmhoevel

Diocesi

Campi scuola diocesani, insieme per creare casa

Redazione

Un'edizione passata del pellegrinaggio dell'Oftal Novara a Lourdes
Diocesi

Dalla diocesi di Novara con l’Oftal a Lourdes: malati, volontari e giovani

Sara Sturmhoevel