Condividi su

Alla fine a spuntarla è stato Roberto Beatrice con la sua lista “Beatrice sindaco”, ma la corsa a quattro ha reso quelle di Grignasco tra le elezioni più in bilico in Valsesia. «È stata una bella competizione, siamo davvero felici – dichiara Beatrice, già sindaco per due mandati dal 2009 al 2019 –. Io in particolare, perché credo di aver dimostrato di avere un gran feeling con il paese. Per me è un ritorno a casa. Sono convinto che grazie al bel clima che si è creato nella squadra, al mix di esperienza e abilità che abbiamo, possiamo fare grandi cose».

Alla fine la dispersione di voti tra Beatrice e Bui, denunciata a suo tempo da Christian Borsoi, c’è stata «ma i numeri ci hanno dato ragione – prosegue il nuovo sindaco –. Sono convinto che avere me e Katia come due prime liste significa che il paese ha riconosciuto il grande lavoro fatto in questi 15 anni e ha voluto procedere in tal senso. Siamo lieti di questa fiducia».

Proprio il sindaco uscente ha dichiarato che «il distacco di soli 43 voti, pari all’1,74% di differenza, credo possa legittimare una buona soddisfazione. Sul distacco con le altre liste, penso abbia prevalentemente influito la buona amministrazione e il lavoro svolto in questi 5 anni».

Altri approfondimenti dai territori della Diocesi di Novara, sul nostro settimanale, in edicola a partire da venerdì 14 giugno. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente sopra qui.

Condividi su

Leggi anche

In Primo Piano
l'AZIONE

130mila euro per 5 progetti di restauro di beni culturali del territorio da Fondazione Comunità Novarese

Redazione

Foto Unione Montana dei Comuni della Valsesia
il MONTE ROSA

Con i danni dell’alluvione in Valsesia arrivano le ricadute negative sul turismo

Redazione