Condividi su

Non accadeva da decenni. Domenica 6 novembre la statua di san Carlo Borromeo, patrono di Bracchio, è tornata a sfilare in processione lungo le vie del paese. E pazienza se il tragitto non è stato lungo come la tradizione vorrebbe. Dopo una lunga assenza, anche il solo vivere la processione dalla chiesa alla centrale piazza Fontana, il ritorno verso il sagrato e il giro intorno alla chiesa hanno rappresentato un momento importante.
Per chi sulle spalle conta qualche anno, è stato emozionante rivivere un rito che per anni ha scandito la festa patronale; per i giovani, con stupore, è stato un modo bello di vivere la festa patronale. Per tutti quanti è stata l’occasione per riappropriarsi delle proprie radici, condividendo il sentirsi una comunità viva e in cammino.
«San Carlo – ha detto al mattino, il parroco don Massimiliano Maragno, al termine dell’omelia – sia per tutti noi maestro nell’amare il prossimo e nell’amare Dio, gratuitamente». Parole che hanno raggiunto il cuore dei fedeli, chiamati «a vivere e sperimentare oggi tutti insieme – ha sottolineato il parroco – il “sapore” della festa». Le celebrazioni lungo la giornata sono state anche l’opportunità per ricordare quanto avvenuto esattamente cento anni fa, nel 1922, in occasione della patronale; quando la generosità dei Bracchiesi permise di impreziosire la chiesa parrocchiale con una statua in gesso del santo. Quella statua, poi, nel 1990 è stata portata nella chiesa del cimitero – dove si trova tutt’oggi – e sostituita dall’attuale simulacro in legno. A portare la statua in processione sono stati cinque baldi giovanotti, accompagnati da un buon numero di fedeli e dai musicanti della Banda di Bracchio. La presentazione e l’incanto delle offerte hanno coronato la giornata di festa.

Condividi su

Leggi anche

Al Centro, Pietro Sarubbi e lo staff dell'iniziativa
il VERBANO

Il primo caffè all’Oratorio San Vittore l’ha “servito” l’attore Pietro Sarubbi

Alessio Baldi

Il sopralluogo alla stazione di Stresa
il VERBANO

Un nuovo volto per la stazione ferroviaria con interventi per un milione di euro

Maria Elisa Gualandris

Verbania
il VERBANO

Il candidato sindaco del Pd per Verbania sospeso tra primarie e decisione interna

Maria Elisa Gualandris

Pietro Sarubbi alla Veglia delle Palme 2022 (Foto Visconti)
il VERBANO

L’attore Pietro Sarubbi ospite del primo Caffè all’Oratorio di Intra

Francesco Rossi