Condividi su

Nella giornata di lunedì 27 novembre 2023, l’auditorium dell’oratorio di Borgomanero ha accolto estetisti e acconciatori con Confartigianato per parlare della violenza di genere. Alla conferenza, dal nome “Sentinelle contro la violenza di genere“, erano presenti gli studenti e rappresentanti degli istituti Enaip Arona, Borgomanero, Omegna e Borgosesia. L’evento è organizzato da Soroptimist International, associazione mondiale, soprattutto di donne, che si batte per i diritti umani uguali per tutti.

Insieme contro la violenza di genere

La prima parte è stata dedicata al tema della collaborazione e dei metodi di lotta alla violenza di genere. A introdurre la discussione è stato l’assessore alla cultura del Comune di Borgomanero Francesco Valsesia. «Voi farete un’attività che vi porterà a stretto contatto con le donne soprattutto, agendo a volte anche da veri confidenti. Quindi è importante anche per questo motivo che abbiate la capacità di affrontare queste questioni e aiutare chi ne ha bisogno».

Il discorso poi è stato tenuto da Gianni Torraco, presidente Acconciatori Confartigianato Imprese Piemonte. Successivamente la parola è passata a Annarita Conconi, esponendo obiettivi e attività di Soroptimist Alto Novarese per contrastare la violenza sulle donne. Seguita da Stefania Baniolini per l’impegno di Confartigianato per il medesimo tema. Infine, la professoressa di psicologia a Pavia Sara Martelli ha parlato della profondità del tema e della necessità di un corso apposito per gli operatori del settore del benessere.

La rete di aiuto sociale

La seconda parte dell’incontro è stato introdotto dall’assessore delle pari opportunità Anna Cristina e tenuta inizialmente da Giulia Luan, rappresentante Estetisti Confartigianato Imprese Piemonte. Questa parte si è concentrata sull’importanza di essere una rete sociale di “sentinelle” sensibili a questi temi, per affrontare il problema tempestivamente e con competenza.

Dopo hanno presenziato ufficiali della Polizia con Alessandra Faranda Cordella, questore di Novara, per parlare del ruolo della Polizia. A seguire Claudia Frascoia, direttore CISS, ha parlato della rete sociale dei servizi sociali e centri Antiviolenza del territorio alto novarese. A concludere, il contributo del servizio sanitario esposto da Claudio Didino, direttore SC di medicina e chirurgia dell’ospedale di Borgomanero.

L’organizzazione, con Soroptimist International, era composta da Centro Antiviolenza Alto Novarese, Confartigianato Welcare, comune di Borgomanero e di Arona, ANCoS, Inapa e varie sezioni di Confartigianato. Il tutto ha fatto parte dell’organizzazione della 5ª settimana del sociale, iniziativa esplorabile dal sito Welcare, questa volta ha coinvolto estetisti e acconciatori per la violenza di genere a Borgomanero.

Questo ed altri articoli riguardanti il territorio sul nostro settimanale in uscita in edicola ogni venerdì. Il settimanale nelle edizioni L’Informatore, Il Sempione e Il Monte Rosa si può leggere abbonandosi o acquistando il numero che interessa direttamente qui.

Condividi su

Leggi anche

Foto di Andreas Glöckner da Pixabay
l'INFORMATORE

Cinema Nuovo di Borgomanero, il programma in sala fino al 23 luglio 2024

Luca Crocco

kabeba 2024 borgomanero
l'INFORMATORE

Kabeba 2024 di Borgomanero aiuta ad ampliare il progetto Baskin

Luca Crocco

l'INFORMATORE

Emporio Borgosolidale di Borgomanero dispone di un furgone-frigo tutto nuovo

Gianni Cometti