Condividi su

Grande partecipazione a Massino Visconti per la festa della Madonna della Purificazione, patrona della comunità.

Don Mauro Baldi, parroco di Lesa, ha presieduto, in chiesa parrocchiale, la messa solenne detta “della Candelora”. Partecipata anche la messa in San Michele nella memoria di San Biagio con la benedizione della gola. La festa è culminata con la messa della domenica, presenti le rappresentanze dell’Amministrazione Comunale e delle varie associazioni massinesi, in particolare il Gruppo Alpini, Pro Loco e Protezione Civile.

Don Fabrizio Fè, parroco di Massino Visconti, riprendendo il Vangelo della domenica ha suggerito due ambiti con i quali la comunità può accogliere l’invito ad essere “sale della terra”: uno è quello di continuare a sostenere la crescita della Casa della Gioventù e l’altro è quello di valorizzare il sito del Monte San Salvatore, di cui presto si completeranno i restauri. Partecipata anche la processione con la statua di Maria Santissima.

Nell’occasione si è voluta valorizzare la presenza dei bambini che hanno indossato un’apposita pettorina. Anche la musica della Banda “La Volpina” di Lesa, diretta dal giovanissimo Simone Morellini, ha contribuito a rendere speciale il momento di festa, terminato con l’incanto delle offerte e un rinfresco offerto dalla Pro Loco.

L’articolo sul nostro settimanale in edicola venerdì 10 febbraio e disponibile anche online.

Condividi su

Leggi anche

il SEMPIONE

L’Alcolock fa più sicuri gli scuolabus aronesi

Giulia Dusio

In Primo Piano
l'AZIONE

130mila euro per 5 progetti di restauro di beni culturali del territorio da Fondazione Comunità Novarese

Redazione

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/1/19/Isola_di_San_Giulio_%289182453906%29.jpg
Diocesi
l'INFORMATORE

È morto don Giacomo, storico cappellano dell’Isola di San Giulio. Il ricordo della comunità Mater Ecclesiae

Andrea Gilardoni