Condividi su

È nato anche ad Arona lo sportello “Informadonna”, si trova in via XXIV Maggio, nella sede della Camera del Lavoro Cgil. È stato inaugurato alla presenza delle nove volontarie che lo gestiranno, di tesserati della Cgil, dei tre candidati a sindaco di Arona: Alberto Gusmeroli, Federico Monti e Gianluca Ubertini e dal primo cittadino di Oleggio Castello Marco Cairo. Ha sottolineato il segretario dello Spi Cgil Giuseppe De Maria: “La finalità è quella di mettere in campo un’iniziativa rivolta a tutto quel mondo di persone definite fragili, che hanno bisogno di aiuto e di essere indirizzate verso chi può darglielo.

A partire dalle donne che, come le cronache anche di questi giorni ci mostrano, continuano ad essere vittime di una violenza inaccettabile per un Paese che si definisce civile.

Sono orgoglioso di questo progetto e di tutte le volontarie e i volontari dello Spi Cgil che si sono impegnati per la sua realizzazione”. Grazie a volontarie accuratamente preparate da corsi di formazione “ad hoc”, è infatti possibile trovare informazioni sui servizi per le famiglie e per le persone, anziane, minori, con disabilità, fragilità e discriminazioni, in collaborazione con enti e associazioni del territorio. Ha affermato Anna Maria Fratta, della segreteria Spi Cgil Novara e Vco, durante l’affollata inaugurazione: “Ed è proprio questo il punto di forza. Il successo di questo progetto è stato quello di essere riusciti a creare una rete sul territorio con le istituzioni che si occupano dei bisogni di anziani, disabili, donne e famiglia in genere.

L’articolo completo con le altre notizie dai territori della Diocesi di Novara si possono trovare sul nostro settimanale, in edicola a partire da venerdì 29 marzo. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente qui.

Condividi su

Leggi anche

il SEMPIONE

“Disegna la maglietta per la tua città” concorso per bambini e ragazzi di Arona

Franco Filipetto

ferrovia treno
il SEMPIONE

I disagi per la soppressione dei treni riguardano Domodossola, Arona e Briga Novarese

Franco Filipetto