Condividi su

Dopo il successo di “Chicago”, la compagnia teatrale la Bohème, inserita nell’organico del gruppo Carovana, sta per tornare sui palchi del novarese. Sarà infatti Borgomanero, la città in cui si stanzia la compagnia, con la prima tappa di “Mattia Pascal – il Musical”. Sebastiano Marano, regista e protagonista, dello spettacolo racconta il musical e la preparazione della compagnia.

Mattia Pascal è spesso legato al teatro di prosa. Un vero adattamento a musical non è mai stato tentato: da quali fonti si è ispirato per le composizioni?

“Mattia è un’icona: da romanzo, a film, a spettacolo di prosa. Il musical mancava, no? Ho analizzato tutto – o quasi – quello che è stato prodotto e mi sono fatto suggestionare… ma direi che alla base del nostro spettacolo rimane il romanzo e l’idea che mi sono fatto io negli anni di questa strana – ma non troppo –  avventura”.

Si potrebbe dire che Mattia Pascal, vivendo più vite, ottiene una consapevolezza di sé e del mondo nuova e forse più solitaria. Anche voi e la compagnia siete cambiati entrando nel mondo pirandelliano?

“Povero Mattia, sì, qualcosa in più capisce di sé e del mondo, ma non so se ne è particolarmente contento. Noi, avendo finora fatto solo le prove dello spettacolo, non siamo ancora al suo livello. Viverlo sul palco – insieme agli spettatori – sicuramente ci cambierà”.

“Bastava così. Era tutto lì, Adriano Meis, in quel cappello, in quel bastone. Avrei lasciato tutto, là” . Scrive Luigi Pirandello quasi 120 anni fa, descrivendo in modo puntuale come il suo personaggio aveva capito di essere solo una maschera, che, come un indumento, si può mettere e togliere. Ma chi è davvero il protagonista dell’opera? Questo musical prova a rispondere all’interrogativo?

“Sì! Alla fine Mattia capisce esattamente chi è, chi sono quelli che lo circondano e quale sia la vera essenza dell’essere umano. Ma devo davvero svelarlo?!”

Lo spettacolo è il primo che portate in scena dopo la pandemia, e la prima è tra sole due settimane. Vi sentite pronti per le luci della ribalta?

“Pronti mai! Molto delle battute, dei tempi e persino delle note si impara solo quando si è in scena. Recitare è un gioco a due, attore e pubblico. Finora ci siamo allenati da soli. La partita comincia il 18 marzo!”

Nel cast di “Mattia Pascal – il Musical” gli attori  Sebastiano Marano, Paolo Chiarinotti, Andrea Dho, Luisa Rumolo, Maria Cristina Musu, Alberto Oleggini, Maria-teresa Iadarola, Franco Mora, Rachele Cortesi, Evelyn Belotti, Maurizio Cerutti, Luca Crocco, Simone Sandon, Riccardo Colombo, Daniela Doda, Angelica Barbaglia, Virginia Maza, Eleonora Stagnoli, Sharon Chirigu. 

Regia e Coreografie sono di Sebastiano Marano. Come aiuto regia, Paolo Chiarinotti. Le scenografie sono di Andrea Dho e la direzione tecnica di Aldo Vellati. 

Il musical debutterà al Teatro Rosmini il 18 marzo.

L’intervista integrale sul nostro settimanale in edicola venerdì 3 marzo e disponibile anche online.

Condividi su

Leggi anche

Casa della Carità. Si inaugura a Borgomanero
l'INFORMATORE

La Casa della Carità di Borgomanero ospiterà le “Azioni per la pace”

Gianni Cometti

l'INFORMATORE

I nuovi investimenti all’ospedale di Borgomanero stimolati dall’emergenza pandemica

Gianni Cometti

Foto di Andreas Glöckner da Pixabay
l'INFORMATORE

Cinema Nuovo di Borgomanero, il programma in sala fino al 16 aprile

Luca Crocco