Condividi su

La Provincia si lascia alle spalle i debiti e può guardare al futuro. L’amministrazione di Alessandro Lana ha approvato il bilancio di previsione 2023-2025, che dopo anni, chiude senza segni negativi. «I conti tornano a posto – dice il presidente. – Siamo contenti perché siamo riusciti a sanare i conti e il disavanzo, ma quello che vogliamo sottolineare è che abbiamo scelto di coprire anche il debito suddiviso in rate fino al 2044, per lasciare alle prossime amministrazioni una situazione più serena». Il risanamento dei conti è iniziato nel 2020: i debiti erano di 25 milioni di euro. «Quello che dobbiamo sempre ricordare è che senza la legge sui canoni idrici non saremmo nemmeno qui a parlare. Tutto sta in piedi, e sarà così anche in futuro, solo se questa legge non verrà toccata», aggiunge Lana.

È il consigliere delegato al bilancio (che pareggia a 56 milioni) Giandomenico Albertella a illustrarne le voci principali. «Purtroppo – dice – abbiamo dovuto far fronte agli aumenti dei costi energetici e delle minore entrate da Ipt e Rc auto, aggiungendo un milione per ciascuna delle due voci da risorse nostre». Per quanto riguarda gli stanziamenti maggiori, Albertella spiega che «per l’edilizia scolastica è previsto uno stanziamento di un milione e mezzo di euro e per le strade un milione di euro per manutenzione e pronto intervento. 

Fino a quattro anni fa non c’erano risorse nemmeno per cambiare una lampadina nelle scuole. Riusciamo anche a garantire i contratti in essere per sgombero neve e manutenzione del verde; magari nel 2024 con il nuovo contratto si arriverà anche a tre passaggi». Anche i tempi per i pagamenti dei fornitori, evidenzia Albertella, sono tornati entro limiti accettabili: 25 giorni al massimo, rispetto all’anno del passato.

Poi c’è la partita del Pnrr per le scuole. In corso di realizzazione è il nuovo auditorium del liceo “Cavalieri” di Verbania, per il cui allestimento sono stati stanziati centomila euro; partiranno a Domodossola i lavori al “Marconi Galletti” per le nuove sei aule, cui se ne aggiungeranno altre tre o quattro; e si riuscirà a finanziare con 750 mila euro da fondi propri la palestra del Ferrini a Verbania. «Attendiamo con motivato ottimismo – aggiunge Albertella – anche il finanziamento per il Maggia al Rosmini di Stresa». Il presidente Lana ha sottolineato anche che quest’anno saranno cambiate le caldaie delle scuole non ancora a norma, completando così l’intervento.

Inoltre, la Provincia ha fatto avere alla Regione lo studio di fattibilità per la pista ciclabile del lago Maggiore che collegherebbe Fondotoce a Stresa, passando dalle stazioni e dai pontili degli imbarcaderi. «La somma prevista è di circa 15 milioni di euro – ha aggiunto Lana. – L’obiettivo è di ottenere un cofinanziamento tramite i fondi europei per lo sviluppo regionale. 

Entro febbraio dovremmo riuscire a sapere quanto ci verrà assegnato dalla Regione». E a breve sarà anche firmata la convenzione con il Comune di Ornavasso per la realizzazione di una rotonda in vista del nuovo impianto per il trattamento dei rifiuti.

Condividi su

Leggi anche

Albertella, al centro, durante la prima seduta del consiglio
il VERBANO

Il governo Albertella a Verbania parte tra cortesie e polemiche

Redazione

il VERBANO

Il commercio verbanese vuole certezze sui lavori di piazza Ranzon

Maria Elisa Gualandris

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/1/19/Isola_di_San_Giulio_%289182453906%29.jpg
Diocesi
l'INFORMATORE

È morto don Giacomo, storico cappellano dell’Isola di San Giulio. Il ricordo della comunità Mater Ecclesiae

Andrea Gilardoni