Condividi su

Sindaco prima di Cossogno e poi di Verbania, Silvia Marchionini è una delle donne che nel territorio del Verbano-Cusio-Ossola occupa uno degli incarichi di maggiore rilievo. «Io costituisco un po’ un’eccezione, anche se devo dire che a Verbania e nella provincia del Vco in genere, il ruolo delle donne, almeno negli ambiti culturali, della politica e sociali, ha ricevuto sempre un riconoscimento. In generale però possiamo notare facilmente quanto questo non avvenga e soprattutto per reati molto gravi come la violenza di genere manchi una sanzione severa nei confronti dei responsabili».

Quanto all’intervento di monsignor Brambilla il sindaco lo condivide in pieno. «Il vescovo – conviene – è sempre stato molto attento alla realtà ed ai suoi problemi più spinosi, ed anche questa volta ha centrato il tema. Gli episodi di queste settimane ci dicono che il numero impressionante di femminicidi e di forme di violenza alle donne negli ultimi due anni, non hanno purtroppo inciso nel cambiamento sociale: gran parte dell’opinione pubblica non è ancora consapevole della gravità della situazione. Il Vescovo ha lanciato l’allarme su quanto sia indispensabile una svolta culturale. E ben venga anche la valorizzazione della donna all’interno della Chiesa, a cui monsignor Brambilla ha voluto dare una sottolineatura significativa. Ovviamente concordo pienamente con questo messaggio, ancora più importante perché arriva da un personaggio così autorevole e che quindi può raggiungere molte persone».

L’articolo integrale sul nostro settimanale in edicola venerdì 26 gennaio con gli approfondimenti e altre notizie dal territorio. Il settimanale si può leggere abbonandosi o acquistando il numero che interessa direttamente qui

Condividi su

Leggi anche

Pietro Sarubbi alla Veglia delle Palme 2022 (Foto Visconti)
il VERBANO

L’attore Pietro Sarubbi ospite del primo Caffè all’Oratorio di Intra

Francesco Rossi

Don Massimiliano Maragno impone le ceneri sul capo ai fedeli a Mergozzo
il VERBANO

Tempo di penitenza e di solidarietà per costruire una chiesa in Ciad a Mergozzo

Francesco Rossi