Condividi su

Sale da 11 a 14 il numero delle famiglie con bimbi con grave disabilità assistite, con idonee terapie e un team multidisciplinare, dall’associazione Edo’s Smaile, nata nel 2017 a Galliate e operativa su tutto il territorio della provincia di Novara. Un ulteriore aiuto reso possibile da un nuovo progetto del valore di 32mila dollari approvato da Rotary Foundation, l’ente internazionale a cui si appoggiano i singoli club per l’assegnazione delle risorse.

L’iniziativa è stata illustrata in Comune dalla presidente di Edo’s Smaile Daniela Crepaldi, dall’assessore
alle Politiche sociali Teresa Armienti e dai rappresentanti del Rotary Club San Gaudenzio e del Rotary Novara, rispettivamente Carmen Gatta e Barbara Ranzone. Con loro, altro rotariano, Bruno Ferrari.

«Siamo attivi da sette anni a settembre – spiega Crepaldi, infermiera e mamma di Edo, affetto da Atrofia
Muscolare Spinale (Sma), malattia rara e degenerativa – Ogni volta che devo parlare di questa nostra associazione penso alle difficoltà degli inizi, a come non ero sicura di potercela fare. Mi sono trovata a passare dall’altra parte. Da infermiera a mamma preoccupata e care-giver. Ma ormai posso dire che siamo riusciti. Abbiamo …

Articolo completo e altri servizi si possono trovare anche sul nostro settimanale in edicola a partire da venerdì 28 giugno. Il settimanale si può leggere abbonandosi o acquistando il numero che interessa cliccando direttamente sopra a qui

Condividi su

Leggi anche

l'AZIONE

Da Novara a Parigi per respirare l’aria Olimpica

Marco Cito

Fondo Cometa
l'AZIONE

Nasce il Fondo Cometa, a Novara, per sostenere la sanità

Monica Curino

l'AZIONE

Il Novara in ritiro, Gattuso: «Creare un gruppo solido»

Marco Cito

Unione
l'AZIONE

L’Unione Ciechi Novara ora ha a disposizione una fotocamera digitale avanzata

Monica Curino