Condividi su

Sessant’anni per la scuola primaria Fratelli Di Dio, a Novara. Il traguardo è stato celebrato con una festa e l’inaugurazione di una mostra. La posa della prima pietra, infatti, il 28 maggio 1964. Un salto nel passato per ricordare i due fratelli partigiani a cui è stata dedicata, Antonio e Alfredo Di Dio, uccisi dai nazisti 80 anni fa, nel 1944. La scuola fa parte dell’Istituto Comprensivo Boroli diretto dal preside Domenico Bresich.

Gli studenti, con insegnanti e genitori, hanno animato tutto il pomeriggio di festa. Presenti, col dirigente scolastico, gli assessori Giulia Negri (all’Istruzione) e Silvana Moscatelli (al Bilancio), il presidente dell’Istituto storico della Resistenza Paolo Cattaneo, Elena Mastretta, direttrice scientifica dell’Istituto, Margherita Zucchi, curatrice del Museo Alfredo Di Dio di Ornavasso, che i bimbi della scuola hanno visitato, e Mariano Settembri, figlio del partigiano Italo, testimone diretto delle vicende dei due fratelli.

L’esposizione resterà aperta sino alla fine dell’anno scolastico e sarà visitabile, telefonando all’istituto.

L’articolo integrale sul nostro settimanale in edicola venerdì 31 maggio con gli approfondimenti e altre notizie dal territorio. Il settimanale nelle edizioni Il Cittadino Oleggese, Il Ricreo, L’Azione e L’Eco di Galliate può leggere abbonandosi o acquistando il numero che interessa direttamente qui

Condividi su

Leggi anche

l'AZIONE

Da Novara a Parigi per respirare l’aria Olimpica

Marco Cito

Fondo Cometa
l'AZIONE

Nasce il Fondo Cometa, a Novara, per sostenere la sanità

Monica Curino

l'AZIONE

Il Novara in ritiro, Gattuso: «Creare un gruppo solido»

Marco Cito

Unione
l'AZIONE

L’Unione Ciechi Novara ora ha a disposizione una fotocamera digitale avanzata

Monica Curino