Condividi su

Nella puntata di oggi del nostro Podcast settimanale, il direttore dei giornali della Stampa Diocesana, Lorenzo del Boca, ci parla del numero in edicola domani in tutte le edicole di Novarese, Verbano Cusio Ossola e Valsesia e disponibile anche in digitale e in abbonamento da questo sito.

Nelle pagine centrali dei nostri giornali dedichiamo tre pagine al volontariato, spazio alla giornata per la vita e a quella del malato con servizi e approfondimenti. In primo piano sulle nostre copertine eventi come la grande e controversa questione del proliferare degli insediamenti di logistica, che porta occupazione ma secondo qualcuno anche problemi di consumo del territorio, l’aumento delle nascite all’ospedale di Borgomanero, un fatto in controtendenza con altri centri e la prima candidatura a sindaco ad Omegna.

Su Novara si parla anche della figura di Raul Capra recentemente scomparso, del nuovo ospedale e della polemica tra centrosinistra e Fratelli d’Italia dopo che i consiglieri del partito di maggioranza hanno presentato emendamenti al bilancio che i loro assessori hanno votato all’unanimità e delle difficoltà per avere un passaporto.

Nelle pagine del Monte Rosa, giornale della Valsesia ascoltiamo l’opinione del presidente degli industriali Confindustria Novara Vercelli Valsesia Gianni Filippa sulla promozione del territorio. Sul Popolo dell’Ossola in primo piano la difficile convivenza con il lupo che è tornato sui monti e sul Verbano di un esperimento di giochi a fine educativi.

Il Cittadino Oleggese, il Ricreo e l’Eco di Galliate danno spazio a carnevali che occuperanno tutti i giorni da qui al 21 febbraio, martedì grasso. Ricordiamo che è possibile abbonarsi al nostro podcast andando su iTunes o su Spotify. Qui trovate l’archivio di Cinque Minuti con il Direttor

Condividi su

Leggi anche

In Primo Piano

In Kenya e in Congo quattro scuole e un ospedale, i progetti della Malaika Angels onlus

Gianfranco Quaglia

Immagine di wirestock su Freepik
In Primo Piano

Coldiretti avverte: le precipitazioni abbondanti non risolvono la crisi strutturale nel novarese

Redazione