Condividi su

Giovedì 29 febbraio, in occasione dell’anniversario della nascita di Gioachino Rossini, il conservatorio propone Cantelli un concerto-conferenza dal titolo “Quel sublime peccato di gioventù”, sulla rara trascrizione per fiati delle “Sei sonate a quattro”, composte per un quartetto d’archi nel 1804, da un giovanissimo Rossini. La trascrizione è del clarinettista tedesco Friedrich Berr, realizzata nel 1828.

L’ingresso è gratuito. Interpreti Gianni Biocotino (Flauto) e Roberto Bocchio (Clarinetto), docenti del Cantelli, con Orazio Lodin fagottista del Regio di Torino e Marco Panella corno dell’Orchestra Rai di Torino. Relatori Federico Gon, musicologo del Conservatorio Tartini di Trieste e Giovanni Botta, docente di canto presso il conservatorio novarese. L’evento apre il programma 2024 del RossiniLab, il centro di studi e ricerche sul compositore pesarese del Cantelli, che ogni anno, sotto la direzione artistica proprio di Botta, propone concerti aperti al pubblico, conferenze e masterclass per studenti. Appuntamento giovedì 29 febbraio alle 17.30 all’auditorium Fratelli Olivieri in largo Bellini a Novara.

L’articolo con le altre notizie dai territori della Diocesi di Novara si possono trovare sul nostro settimanale, in edicola a partire da venerdì 16 febbraio. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente qui

Condividi su

Leggi anche

l'AZIONE

Da Novara a Parigi per respirare l’aria Olimpica

Marco Cito

Fondo Cometa
l'AZIONE

Nasce il Fondo Cometa, a Novara, per sostenere la sanità

Monica Curino

l'AZIONE

Il Novara in ritiro, Gattuso: «Creare un gruppo solido»

Marco Cito

Unione
l'AZIONE

L’Unione Ciechi Novara ora ha a disposizione una fotocamera digitale avanzata

Monica Curino