Condividi su

«Guardate il lago, spingete in là lo sguardo. E chiedetevi se lo slogan di oggi “Sentiti libero” sia semplicemente un “essere liberi da…” oppure possa diventare un “essere libero per…”. Per essere quello che sono chiamato ad essere, per lanciare lo sguardo sempre più oltre». Sono le parole che il vescovo Franco Giulio ha scelto per chiudere la Route diocesana di Giovani da Intra a Ghiffa, lo scorso sabato 1° giugno. Oltre duecento giovani si sono messi in cammino dalla basilica di san Vittore sino al Sacro Monte, proprio per riflettere sul tema della libertà, della responsabilità, dell’omologazione a schemi e aspettative.

Lo hanno fatto a partire dalla catechesi proposta ad inizio giornata da fra Roberto Pasolini, frate minore francescano e biblista, sulla parabola dei due fratelli, «nella quale, dopo la chiamata a lavorare nella vigna, due fratelli rispondono in modo diverso: il primo oppone al padre un rifiuto, ma poi ci va. Il secondo promette un sì, ma poi non lavora».

L’articolo integrale, con il fotoservizio a cura di Emanuele Sandon e altre notizie si possono trovare, con altri approfondimenti dai territori della Diocesi di Novara, sul nostro settimanale, in edicola a partire da venerdì 7 giugno. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente sopra qui.

Condividi su

Leggi anche

L'oratorio Don Bosco di Pallanza
il VERBANO

All’oratorio di Pallanza continuano i lavori per il nuovo riscaldamento, aperta la raccolta fondi

Redazione

Albertella, al centro, durante la prima seduta del consiglio
il VERBANO

Il governo Albertella a Verbania parte tra cortesie e polemiche

Redazione

il VERBANO

Il commercio verbanese vuole certezze sui lavori di piazza Ranzon

Maria Elisa Gualandris