Condividi su

«Sarà una Quaresima di solidarietà». È questo l’annuncio, durante la messa delle Ceneri, del parroco don Massimiliano Maragno ai fedeli di Mergozzo. È lo stesso annuncio che è risuonato anche a Ornavasso e nelle altre realtà parrocchiali dell’Unità pastorale missionaria “Madonna del Boden”.
Sarà una Quaresima di solidarietà perché le diverse parrocchie si sono date un obiettivo comune, quello di sostenere in modo concreto la missione in Ciad dove fino a poco tempo fa ha svolto il suo ministero di sacerdote “Fidei donum”, don Benoit Lovati.

«In Ciad – ha detto don Maragno – nella diocesi di Pala, migliaia di cristiani pregano ancora sotto gli alberi, in capanne o all’ombra di tettoie. La nostra Upm durante s’impegna per la realizzazione di una chiesa in Ciad da intitolare alla “Madonna del Boden”. Ognuno potrà contribuire con le piccole o grandi rinunce della Quaresima, trasformandole in offerte da lasciare negli apposite bussole nelle chiese o consegnandole direttamente ai parroci».

Il costo per una chiesa in Ciad è relativamente contenuto in poche migliaia di euro e così il desiderio è quello di riuscire a raccogliere offerte sufficienti per più di un edificio. La costruzione sarà affidata alle comunità cristiane in Ciad, così che siano parti attive del progetto.

Durante la Quaresima, poi, ogni parrocchia avrà la possibilità di incontrare don Benoit e ascoltare dalla sua voce la testimonianza di come le comunità del paese africano vivano il loro essere cristiani.

Articolo completo e altre notizie che provengono anche dai restanti territori della Diocesi di Novara si possono trovare sul nostro settimanale, in edicola da venerdì 16 febbraio. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente sopra a qui

Condividi su

Leggi anche

L'oratorio Don Bosco di Pallanza
il VERBANO

All’oratorio di Pallanza continuano i lavori per il nuovo riscaldamento, aperta la raccolta fondi

Redazione

Albertella, al centro, durante la prima seduta del consiglio
il VERBANO

Il governo Albertella a Verbania parte tra cortesie e polemiche

Redazione

il VERBANO

Il commercio verbanese vuole certezze sui lavori di piazza Ranzon

Maria Elisa Gualandris