Condividi su

Il Tredicino 2023, per la comunità cristiana di Arona, dopo tre anni vissuto con le limitazioni della pandemia, è nel segno della pienezza: ci ritroveremo  a celebrare i quattro testimoni del Signore Gesù – Graziano, Felino, Carpoforo e Fedele , nella chiesa dei “Santi Martiri”.

La festa del Tredicino trae la sua origine dalla riconoscenza degli Aronesi del 1576 nei confronti del Signore, per l’intercessione dei Santi Martiri per essere stati liberati dalla peste. In questi tre anni abbiamo invocato l’aiuto del Signore per trovare il modo di uscire dalla pandemia, siamo stati arricchiti dalla testimonianza di tante persone che si sono prodigati nella situazione difficile che ha segnato la vita di tutti ed in modo particolare delle famiglie che sono state ferite dal lutto.  

A pochi giorni dall’inizio della primavera 2023 la nostra comunità, nel cuore della festa, celebra l’eucaristia. Ogni celebrazione liturgica è nel segno del “rendimento di grazie”, ma quella che ci apprestiamo a vivere lo è in modo del tutto particolare: alle 21 del 13 marzo ci raduniamo nella “Chiesa del Tredicino”, insieme al nostro Vescovo, per esprimere la riconoscenza per quanto abbiamo ricevuto e nello stesso tempo per invocare il suo aiuto perché il tempo che ci sta davanti sia un tempo di primavera per la nostra comunità cristiana e per la nostra città. Se la celebrazione presieduta dal Vescovo, concelebrata dai sacerdoti legati alla nostra comunità, con la partecipazione dei monaci ortodossi del monastero (ex Visitazione) è il cuore delle festa, non mancano altri momenti di incontro.

Il programma

Giovedì 9 marzo, ore 21:  alla Ca’ Giò è prevista una tavola rotonda su “I giovani ed il territorio – Esperienze e prospettive”.

Sabato 11 marzo: ore 15,30  alla Ca’ Giò  presentazione del libro: “Cento Ripartenze” Incontro con l’autore Giorgio Paolucci – giornalista.

ore 21 in Collegiata: “Concerto del Tredicino”.

Domenica 12 marzo: messe in San Graziano ore 8 – 11.15 – 18

Ore 21: Processione in onore dei Santi Martiri

Da giovedì 9 a mercoledì 15 marzo le celebrazioni in orario sono in San Graziano.

Dopo tre anni la nostra città vive la gioia del Tredicino anche con la presenza delle tante attrazioni che attirano tante presenze, soprattutto giovanili. Per tutti, responsabili della sicurezza, gestori e fruitori, l’augurio di giorni ricchi di incontri nel segno della corresponsabilità, dell’amicizia e del rispetto dell’ambiente.

L’articolo sul settimanale in edicola oppure consultabile on line direttamente da qui.

Condividi su

Leggi anche

Uno scorcio del museo di Arona (Foto Museo di Arona)
il SEMPIONE

Viaggi nel tempo e nello spazio, rassegna di archeologia ad Arona

Giulia Dusio

il SEMPIONE

L’Alcolock fa più sicuri gli scuolabus aronesi

Giulia Dusio

In Primo Piano
l'AZIONE

130mila euro per 5 progetti di restauro di beni culturali del territorio da Fondazione Comunità Novarese

Redazione