Condividi su

Numerosi interventi stradali a Borgomanero. Quello più rilevante riguarda il nuovo ponte sull’Agogna che unirà via Fratelli Maioni (all’uscita del sottopasso) a via Monsignor Cavigioli e, proseguendo, a via Pennaglia con collegamento alla statale per Gozzano. Fra le vie Monsignor Cavigioli e Pennaglia verrà realizzata una rotatoria.

La gara d’appalto è gestita dalla Provincia di Novara e la scadenza delle offerte è giovedì 11 luglio. La base d’asta è di 2.514.000 euro a cui va aggiunta l’Iva. L’opera è finanziata per un milione dalla Regione Piemonte, il resto dal Comune di Borgomanero. Il ponte sarà lungo 118 metri, largo 8 oltre a 3 metri di pista ciclopedonale.

La nuova viabilità migliorerà l’afflusso del traffico diretto alle strutture ospedaliere e decongestionerà la zona di piazza XXV Aprile.

Via Piave

Altro intervento quello in via Piave, appena iniziato da parte dell’impresa Fratelli Valloggia di Santa Cristina.

«Si tratta di una riqualificazione della zona intorno al sottopasso della Sorga con la realizzazione di marciapiedi rialzati – spiega Ignazio Stefano Zanetta, vice sindaco e assessore alle infrastrutture stradali -. Per dare il via ai lavori, abbiamo atteso la chiusura delle scuole: nella zona vi è l’istituto Pascoli».

La riqualificazione avverrà in due fasi. La prima della durata di 30 giorni, prevede la chiusura del tratto finale (in direzione del centro) di via Donizetti.

La seconda fase, della durata di 60 giorni, periodo durante il quale sarà chiusa via Piave dal sottopasso della Sorga all’ex Mulino Saini.

Via Novara

È in corso da due anni la realizzazione della pista pedonale e ciclabile sul lato destro scendendo in via Novara con annessi sottoservizi, ma finalmente «i lavori sono nella fase conclusiva» ha detto Ignazio Stefano Zanetta.

In via Novara sono previsti anche dei passaggi pedonali rialzati allo scopo di evitare punte di velocità troppo alte degli autoveicoli. I lavori partiranno dopo la conclusione di quelli in via Piave per evitare eccessive interruzioni.

«Insieme con la Polizia locale – spiega Zanetta- stiamo facendo dei rilevamenti sulle strade cittadine allo scopo di intervenire adeguatamente dove i pericoli sono maggiori, soprattutto per evitare incidenti con feriti».

Già si nota che in via Matteotti (la statale 142 per Cureggio e Romagnano Sesia), dove ci sono già degli attraversamenti pedonali rialzati, gli incidenti sono pressoché nulli, mentre ve ne sono in via Novara. Molti cittadini lamentano l’eccessiva velocità su questa strada non permettendo loro di immettersi senza pericoli dalla vie laterali.

Via Matteotti

Nella parte sud della statale 142, si prevede presto la finitura della pista pedonale «che continuerà sul lato sinistro scendendo fino al confine con Cureggio» ha annunciato Zanetta
Poi la ciclopedonale continuerà sul territorio di Cureggio, sempre sul lato sinistro andando verso sud. La progettazione è in fase avanzata e, oltre alla ciclabile, sono previsti anche sottoservizi come la fognatura.

Condividi su

Leggi anche

san marco grest 2024 borgomanero
l'INFORMATORE

Emozioni da “Inside Out”, grest 2024 di San Marco a Borgomanero

Luca Crocco

borgomanero santo stefano grest 2024
l'INFORMATORE

“Ulisse”, il grest 2024 a Santo Stefano di Borgomanero

Luca Crocco

l'INFORMATORE

Per i vini novaresi pioggia di medaglie al Concorso enologico Città del vino

Claudio Andrea Klun