Condividi su

La vita di una redazione giornalistica, con i suoi personaggi e le sue tante storie.

Tutto questo è stato al centro di un evento legato alla mostra “Ho visto cose. 50 anni di cronaca novarese vista attraverso l’obiettivo di Mario Finotti” allestita nella sala dell’Accademia del Broletto, a Novara.

Titolo dell’appuntamento, “Splendori e miserie della vita in redazione”. A ospitarlo è stato l’Arengo del Broletto.

Protagonisti Finotti e Renato Ambiel, giornalista de La Stampa, con tanti altri professionisti della carta stampata novarese. Nel pomeriggio tanti gli spunti.

Dal perché a Novara non ci sia mai stato un quotidiano a come sia cambiata la vita in redazione.

«Un tempo – ha raccontato Ambiel – la vita della redazione veniva stravolta dalle notizie. Il lavoro previsto veniva rivoluzionato completamente».

E poi il riferimento al giro di cronaca, alle telefonate, di un tempo (ora le cose sono molto cambiate), a Polizia, Carabinieri, 118, Stradali e Vigili del fuoco, come anche al posto di Polizia in ospedale.

«Le corse – hanno aggiunto Ambiel e Finotti – per avere le foto che nessuno aveva».

E ancora «l’intelligenza artificiale che, a breve, irromperà nel giornalismo, con i giovani, sempre meno in redazione, che dovranno reinventarsi il mestiere».

Un tempo, ha aggiunto Finotti, «c’era più cinismo. Si cercava di portare a casa interviste con persone che magari non avevano voglia di parlare, perché avevano patito un lutto. Ora vedo meno questo».

Sono intervenuti Lorenzo Del Boca, direttore della Stampa Diocesana Novarese, Sandro Devecchi, direttore del Corriere di Novara, Attilio Barlassina, già giornalista di Ansa, Corriere e Tribuna, Ettore Colli Vignarelli, ora al Corriere e all’Agi.

E ancora Massimo Del Zoppo, Corriere di Novara e Ansa, Eleonora Groppetti, del Corriere, Barbara Bozzola, addetto stampa della Fondazione Comunità del Novarese, già Novara Oggi e Tribuna e Maria Paola Arbeia, de La Stampa.

Da tutti sono emersi aneddoti, storie, le difficoltà di oggi, ma la conferma, da tutti, di fare il mestiere più bello del mondo.

Chiuso il convegno, una visita alla mostra, aperta da martedì a domenica, dalle 10 alle 19.

Condividi su

Leggi anche

Volontari
l'AZIONE

Tre volontari della Novara Soccorso aiutano a nascere un bebè

Monica Curino

l'AZIONE

Novara: si è insediato il Canelli bis

Marco Cito

Ellade
l'AZIONE

L’Ellade raccontata dal novarese Capuani per chi progetta un viaggio in Grecia

Monica Curino

l'AZIONE

Riccardi e Morosini i nuovi rinforzi del Novara

Marco Cito