Condividi su

Il Documento unico di programmazione del Comune di Omegna per i prossimi anni è stato presentato nei giorni in una conferenza stampa in sala giunta, alla presenza del sindaco Daniele Berio, di tutti gli assessori e della presidente del consiglio comunale Lucia Camera. È una sorta di manifesto di quello che il comune intende realizzare.

“Il nostro obiettivo – hanno rimarcato nei loro interventi il primo cittadino, l’assessore al bilancio Gianni Desanti e l’assessore ai lavori pubblici Maurizio Cerutti – è quello di avviare i progetti che, per un motivo o per l’altro, sono rimasti fermi negli ultimi anni. Si tratta di 19 progetti che, a nostro avviso, possono cambiare il volto di Omegna, favorendo finalmente la tanto attesa svolta della transizione da città post industriale a città turistica e di servizi”.

“I progetti più significativi -hanno continuato il sindaco e gli assessori – riguardano il nuovo ponte sulla Nigoglia, con collegamento al Forum, la tribuna dello stadio Liberazione, ovviamente l’asilo nido di Cireggio. E, ancora, il rifacimento degli argini del torrente Strona dopo l’alluvione dell’ottobre 2020, la pinacoteca alla Villa Liberty, e per il 2024, il recupero del viadotto di via Bariselli e la riqualificazione delle ex scuole elementari di Crusinallo”.

Questo articolo e altri approfondimenti dal territorio della Diocesi di Novara, sui nostri giornali in edicola il 27 ottobre. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero che interessa direttamente qui.

Condividi su

Leggi anche

cattedrale novara
Diocesi
l'AZIONE

Domenica 18 febbraio l’elezione dei catecumeni nella Cattedrale di Novara

Redazione