Condividi su

Sono 29 i cinghiali abbattuti nei comuni di Boca e Cavallirio: un abbattimento record, in una sola giornata. Un numero che conferma la presenza sempre più numerosa degli esemplari e i conseguenti sempre più frequenti danni alle imprese del territorio.

L’intervento di abbattimento di cinghiali nella giornata di ieri si è svolto nella giornata di mercoledì 15 marzo. E’ stato portato a termine dai selettori delle associazioni venatorie coordinati dagli agenti della Polizia provinciale.

«Nel territorio dei Comuni di Boca e Cavallirio – spiega il consigliere delegato a Caccia e Pesca della Provincia di Novara Arduino Pasquini – sono stati abbattuti ventinove cinghiali, un numero che rappresenta un vero record e che testimonia, insieme con la massiccia e preoccupante presenza sul nostro territorio, l’impegno da parte dei soggetti incaricati e autorizzati nello svolgimento delle azioni di contenimento della fauna selvatica, che, come noto, rappresentano un problema sia per i danni causati all’agricoltura, sia anche per la sicurezza sulle strade».

La presenza dei cinghiali sul territorio, tra il Ticino e il Lago Maggiore, rappresenta negli ultimi mesi una vera e propria emergenza. Sono diverse le iniziative portate avanti da Comuni, associazioni e imprenditori per affrontare il problema. Tra questi, il progetto pilota della recinzione elettrificata che è stata realizzata tra Boca e Cavallirio.

Condividi su

Leggi anche

Casa della Carità. Si inaugura a Borgomanero
l'INFORMATORE

La Casa della Carità di Borgomanero ospiterà le “Azioni per la pace”

Gianni Cometti

l'INFORMATORE

I nuovi investimenti all’ospedale di Borgomanero stimolati dall’emergenza pandemica

Gianni Cometti

Foto di Andreas Glöckner da Pixabay
l'INFORMATORE

Cinema Nuovo di Borgomanero, il programma in sala fino al 16 aprile

Luca Crocco