Condividi su

La mensa scolastica della scuola primaria piace a pochi. Il ‘sogno’ di genitori e figli è sempre il solito: una cucina e una cuoca per la preparazione dei pasti in loco. Mamme e papà, all’uscita dei bambini dopo le lezioni pomeridiane, mostrano unità d’intenti per un’alternativa, in passato più volte richiesta, ancora nel cassetto. Della nuova mensa scolastica s’è discusso ieri sera durante un incontro pubblico aperto alla cittadinanza organizzato dall’amministrazione comunale.

“Abbiamo già avuto diversi incontri – conferma Maddalena Sabella – ma non tutti i nostri buoni propositi sono stati accolti. Ci è sempre stato detto che non è mai stata riscontrata scarsa qualità dei cibi e che l’iter prevede di attenersi a precise direttive dell’Asl. Per andare incontro alle esigenze di tutti sarebbe ideale proporre un menu più semplice e adatto ai bambini”. “In effetti, ma questo dipende dai giorni, i bimbi lamentano poca varietà nei cibi – aggiunge Caterina Miglio – e il fatto che non è mai possibile scegliere un piatto alternativo a quelli proposti”.

“Sarebbe bello – taglia corto Giovanni Miglio – avere una cucina in sede. Le pietanze preparate sul posto risulterebbero più calde e appetitose, sicuramente migliori delle attuali”. “Mio figlio torna quasi sempre a casa digiuno – si lamenta Lizia Mosca – colpa di un menu spesso di bassa qualità. Si chiede tanto per una pastasciutta e una bistecca con contorno di patatine fritte?”.

Anche il buono mensa, che costa 5 euro e 20 centesimi, scontenta i più. “Mio figlio è una buona forchetta – chiosa Rossana Radu – ma il prezzo che paghiamo mi sembra un po’ alto”. Il pensiero di altri genitori, che preferiscono l’anonimato, non lascia tuttavia spazio a molte interpretazioni. “Porzioni modeste e qualità scarsa – dicono – per cibi che solitamente vengono consumano freddi. E poi il prezzo: più di 5 euro per una minestrina e una fettina di formaggio ci sembra veramente troppo”.

L’articolo integrale sul nostro settimanale in edicola venerdì 23 febbraio con gli approfondimenti e altre notizie dal territorio. Il settimanale nelle edizioni Il Cittadino Oleggese, Il Ricreo, L’Azione e L’Eco di Galliate può leggere abbonandosi o acquistando il numero che interessa direttamente qui

Condividi su

Leggi anche

il RICREO

Inaugurato il Giardino delle Stagioni: verde e giochi a Bellinzago

Redazione

il RICREO

La scuola primaria di Bellinzago sarà intitolata a Piero Angela

Flavio Bosetti

lasciti testamentari fondazione comunitaria novarese
l'AZIONE

Lasciti testamentari solidali, la campagna della Fondazione Comunità Novarese

Luca Brigada

autostrada
l'AZIONE

Nel 2024 tariffe autostradali ancora più costose che penalizzano Novara

Roberto Conti