Condividi su

Da quest’anno il Comune di Arona diviene capofila del Coordinamento Ovest Ticino del progetto Nati per Leggere. Si tratta di un programma nazionale di promozione della lettura rivolto alle famiglie con bambini in età prescolare, promosso dall’Associazione Culturale Pediatri, dall’Associazione Italiana Biblioteche e dal CSB Centro per la Salute del Bambino Onlus.

Il Coordinamento Ovest Ticino, nasce nel 2004 per la lungimiranza dei Comuni di Bellinzago Novarese, Cameri e Galliate. A questo primo nucleo si aggiungono nel 2005 Castelletto Sopra Ticino e Oleggio, nel 2007 Romentino, nel 2009 Cerano, nel 2010 Trecate, nel 2017 Sozzago, nel 2018 è la volta di Marano Ticino.
Nel 2019 sottoscrivono l’accodo Arona e Borgo Ticino e infine, nel 2022 con Mezzomerico e Varallo Pombia il coordinamento arriva a coinvolgere 14 Comuni della provincia di Novara che includono complessivamente una popolazione di 120.000 abitanti di cui 6.845 bambini compresi tra 0 e 6 anni.

In base al principio di rotazione dei comuni capofila, dal 2023 il Comune di Arona diviene capofila del progetto.
L’assunzione del ruolo di Comune capofila ha comportato la progettazione, in concerto con gli altri comuni aderenti e la possibilità di partecipare al bando della Compagnia di San Paolo ottenendo, come per gli anni precedenti, un cospicuo contributo che premetterà lo svolgimento di diverse iniziative rivolte ai bambini da 0 a 6 anni e alle loro famiglie.

L’anno parte con la distribuzione del Calendario 2023, realizzato in collaborazione con il coordinamento Nati per Leggere del VCO, presso le scuole dell’infanzia, i nidi e i servizi di tutti i comuni aderenti. Il calendario del 2023 ha come tema gli animali ed è stato tradotto in 12 lingue. Presto sarà disponibile anche una versione audio/video in tutte le lingue presenti, inquadrando il qrcode stampato sul calendario.

I bambini che non frequentano il nido o le scuole ad Arona e che hanno da 0 a 6 anni, possono ritirare il calendario in biblioteca durante gli orari di apertura.
Spiega Chiara Autunno, assessore alla Cultura e Istruzione: «Il programma Nati Per Leggere deve essere visto come una risorsa e un’opportunità per le famiglie, un programma che mira a promuovere la lettura ad alta voce, abbattendo qualsiasi barriera sociale ed economica e diventando strumento di sviluppo cognitivo ed emotivo. Esserne capofila è una grande responsabilità, ma fondamentale sono la collaborazione fra tutti gli enti coinvolti e il lavoro dei nostri eccellenti bibliotecari».

L’articolo sul nostro settimanale in edicola venerdì 10 febbraio e disponibile anche online

Condividi su

Leggi anche

il SEMPIONE

Ad Arona tempo di Tredicino, le giostre e il programma

Giulia Dusio

Arona
il SEMPIONE

Positivo il bilancio turistico dell’anno 2023 per l’Aronese

Franco Filipetto

Il tavolo dei relatori della presentazione del quaderno "La memoria non è polvere"
il SEMPIONE

La “Casa di Riposo” di Arona assicura che “la memoria non è polvere”

Giulia Dusio

il SEMPIONE

L’immagine digitale di Cimberio “made in Dormelletto”

Redazione