Condividi su

Cameri è stata presente alle “Giornate di Primavera” del Fai organizzate con l’istituto comprensivo Tadini, l’amministrazione comunale ed esperti di storia locale.

In accordo con il parroco don Massimo Martinoli sono stati aperti l’oratorio di San Rocco che si trova nel centro civico e religioso del Comune, la chiesa di Santa Maria Assunta in via Matteotti e la chiesa del Santissimo Nome di Gesù ubicata vicino all’ultimo tratto di roggia ancora esistente in paese e la cui navata, nel diciottesimo secolo è stata affrescata da Lorenzo Peracino il Vecchio, con l’aiuto della sua bottega e del figlio Giovanni Battista.

L’Istituto Tadini ha partecipato con i “ciceroni” delle classi seconde e terze della Scuola Secondaria di Primo Grado che si sono formati con un percorso scolastico specifico durante questi ultimi mesi; al progetto hanno aderito volontariamente 38 alunni che si sono alternati, guidati dalle loro docenti nelle giornate di sabato e di domenica.

Davanti ad ogni chiesa e in piazza Dante Alighieri sono stati posizionati i gazebo della delegazione FAI per dare informazioni utili alle visite.

La partecipazione è stata notevole con molte persone arrivate da fuori provincia e anche da fuori regione che con il loro interesse e la loro attenzione hanno abbondantemente ripagato gli organizzatori dell’impegno profuso.

Un ringraziamento va ai bravi “ciceroni” che hanno dimostrato come impegno e divertimento possono andare di pari passo e hanno dato lustro a Cameri e alle sue bellezze artistiche.

Condividi su

Leggi anche

Estate Insieme a Novara
l'AZIONE

Estate Insieme: balli, musica e i giochi da tavola per trascorrere momenti divertenti

Marco Cito

mensa
l'AZIONE

A Novara Caritas e Frati insieme per la mensa per i poveri ad agosto

Monica Curino

Sviluppo
l'AZIONE

Alla Novara Sviluppo incontro “Alla ricerca dell’ospedale innovativo”

Monica Curino