Condividi su

Il Cammino di Oropa cresce ancora e si aggiudica un importante contributo di Compagnia di San Paolo che consentirà di effettuare azioni di miglioramento per un progetto di valorizzazione territoriale sempre più ampio, che collega luoghi dalla forte valenza spirituale, naturalistica e culturale.

L’attività più significativa riguarda l’ampliamento del percorso: sarà allungato il Cammino a piedi collegando Oropa anche con la zona del Biellese orientale fino al Santuario di San Giovanni d’Andorno e a quello della Brughiera, attraversando l’Oasi Zegna. Contestualmente verranno creati itinerari paralleli dedicati agli appassionati di cicloturismo (bike ed e-bike) rendendolo il Cammino di Oropa accessibile anche a persone meno sportive ed allenate: sarà tracciato il percorso ciclabile che oltre all’itinerario attuale proseguirà fino al Sacro Monte di Varallo, collegando così i tre Sacri Monti patrimonio Unesco, da Belmonte nel Canavese, passando a Oropa nel Biellese e fino a Varallo in Valsesia.

Attualmente il Cammino prevede due itinerari: quello della Serra, da Santhià ad Oropa e quello Canavesano che collega Oropa al Sacro Monte di Belmonte a Valperga.

Il percorso completo, sia a piedi che in e-bike, sarà inserito sulla piattaforma Outdoor Active (www.outdooractive.com) che è utilizzata dai camminatori a livello internazionale.

Non da ultimo, grazie al bando saranno possibili anche lavori di manutenzione e messa in sicurezza.
Un altro intervento particolarmente significativo riguarda la valorizzazione dei beni culturali presenti sul percorso, in particolare attraverso il miglioramento della segnaletica e dei percorsi di fruizione dei tre Sacri monti coinvolti e del Santuaro di San Giovanni d’Andorno, dove sarà realizzata anche della segnaletica con il sistema di lettura Braille dedicato alla disabilità visiva. I beni culturali e artistici presenti sul percorso e nelle vicinanze saranno inseriti sull’app Outdoor Active con orari di visita e descrizioni che potranno essere implementate, creando itinerari collegati con il cammino principale.
Le comunità locali saranno coinvolte attraverso la formazione delle guide e degli operatori turistici e della ristorazione sul territorio, in particolare per l’accoglienza delle diversità e delle persone con disabilità ed esigenze specifiche. Sarà realizzato anche un “progetto nel progetto” di teatro di Comunità dedicato al tema della religiosità popolare che confluirà in uno spettacolo finale.

La prima azione concreta per proporre il Cammino di Oropa a una forma di turismo accessibile è prevista la prima settimana di giugno, in cui guide esperte accompagneranno turisti con disabilità sensoriali e cognitive lungo il nuovo tratto del Cammino di Oropa orientale.

Il progetto, finanziato da Compagnia di San Paolo con un contributo di 147.000 euro attraverso il Bando “In luce. Valorizzare e raccontare le identità culturali dei territori” ha un partenariato composto da: Santuario di Oropa (capofila), Associazione Movimento Lento, Ente di gestione dei Sacri Monti del Piemonte, Fondazione Biellezza, Locanda di San Giovanni, Social Community Theatre, Associazione Amici di Belmonte, Santuario di Graglia, Fondazione di Comunità del Canavese.

Il Cammino di Oropa nel 2020 era il primo cammino del Piemonte e il 7° cammino italiano per numero di viaggiatori.

Nel 2022, con più di 3000 passaggi, ha registrato un incremento di circa il 50% rispetto all’anno precedente e rappresenta una occasione per valorizzare sempre più il Santuario di Oropa e gli altri luoghi dello spirito coinvolti.

Condividi su

Leggi anche

Il primo a sinistra, don Giuseppe Rossi.
Diocesi

Don Giuseppe Rossi, testimone per credenti e non credenti

Franco Giulio Brambilla

Europassione 2024
il MONTE ROSA

Europassione festeggia i suoi 20 anni e pensa a una Via Crucis a Gorizia

Claudio Andrea Klun

In Primo Piano

Il proposito di realizzare le case “green” rischia di mettere le famiglie in ginocchio

Redazione

il MONTE ROSA

Venti anni di EuroPassione a Romagnano da festeggiare progettando il futuro

Redazione