Condividi su

Un binomio intrigante e intriso di bellezza. Si intitola “Fantasia e fantastico” il concerto in programma domenica 12 marzo, alle 16, al centro eventi Il Maggiore a Pallanza. È il settimo appuntamento della stagione culturale promossa da Verbania Musica. A esibirsi davanti al pubblico verbanese saranno due giovani talenti del panorama concertistico nazionale, Laura Vignato alla viola e Gabriele Dal Santo al pianoforte.

Entrambi vicentini, i due artisti porteranno sul palcoscenico del Maggiore la grande esperienza da loro già maturata in questi anni. Laura, in particolare, suona una viola “Giuseppe Arrè” e svolge attività concertistica in varie formazioni cameristiche e orchestrali, tra cui l’orchestra dell’Accademia nazionale di Santa Cecilia e la Filarmonica della Scala. È prima viola della fondazione “Pomeriggi musicali” di Milano. A sua volta, Gabriele, diplomato in direzione d’orchestra, suona nell’Ensemble Musagite a Vicenza e si occupa della trascrizione e revisione dei manoscritti del compositore vicentino Pedrollo.

Il programma di sala si aprirà con l’opera 43 di Carl Reinecke, compositore, pianista e direttore d’orchestra tedesco. Il brano, noto come “3 Fantasiestücke” – che tradotto significa “tre parti di fantasia” – ispirò anche Robert Schumann, di cui il duo proporrà l’opera 113 dal titolo “Märchenbilder”, i quadri fiabeschi, dove si mescolano le immaginazioni infantili e il senso di evasione suggerito da un principio di disturbo psichico che colpì il compositore tedesco. Il concerto a Verbania si completerà con musiche tratte dai repertori di Paul Hindemith e di Edwin York Bowen.

L’articolo sul settimanale in edicola. Tutte le nostre edizioni sono consultabili on line direttamente da qui.

Condividi su

Leggi anche

Boggiani raccontato da Leigheb
l'AZIONE

Leigheb racconta Guido Boggiani al Museo del paesaggio di Verbania

Monica Curino

Settimana della danza verbania maggiore 2024
il VERBANO

“Settimana della Danza” al Maggiore Verbania dal 1° al 6 luglio 2024

Luca Crocco

L'ospedale Castelli a Verbania
il VERBANO

Nuove modalità assistenziali nel presidio ospedaliero del “Castelli” di Verbania

Sergio Ronchi