Condividi su

La processione e la benedizione eucaristica, la fiaccolata, la messa internazionale e quella alla grotta. E poi ancora l’accoglienza delle nuove dame e dei nuovi barellieri, i momenti di incontro, di preghiera insieme e di reciproca conoscenza e di condivisione.

Sono i momenti che ritmano ogni pellegrinaggio diocesano a Lourdes e che anche in questa estate hanno segnato le giornate dei quattrocento fedeli che dalla diocesi di Novara, accompagnati dall’Oftal dal 21 al 25 luglio, si sono recati alla grotta Massabielle, proseguendo una tradizione lunga settant’anni (l’anniversario è stato festeggiato lo scorso anno). Sempre uguale, eppure sempre diversa e singolare, perché lo sono le storie e le speranze di chi partecipa.

Lo ha sottolineato il vicario generale don Fausto Cossalter, che quest’anno ha presieduto il pellegrinaggio, nel suo intervento di saluto alla conclusione dell’esperienza vissuta insieme.
«Abbiamo vissuto un’esperienza unica – ha detto -. Lo è stata anche per chi è da tanti anni che viene a Lourdes. Quando saremo a casa, ne sono sicuro, ci vorranno diversi giorni perché quello che abbiamo vissuto riemerga dai ricordi del cuore. Serve sempre tempo per comprendere davvero ciò che ci tocca e che ci cambia nel profondo».

Ma già subito, appena rientrati nelle proprie case e tornati alla quotidianità, l’invito di don Cossalter ai pellegrini è quello di «ritornare qui a Lourdes. Come ha fatto Bernadette, che appena ventenne ha lasciato il suo villaggio natio per non farvi più ritorno. Ma dove non ha mai smesso di venire con il pensiero, con la preghiera e con il cuore».

Un esempio, quella della giovane, «da seguire ogni volta che sentiamo la fatica, il peso, la stanchezza, che non abbiamo più voglia di lottare. Anche la vita di Bernadette non è stata facile. Eppure non ha mai smesso di affidarsi alla “bella signora”, non ha mai smesso di lasciarsi prendere per mano da Maria. Che non l’ha mai delusa». Ecco il “mandato” per chi torna da Lourdes, «affidarsi alla madonna, per poter essere capaci di dire e testimoniare della gioia che abbiamo conosciuto in questi giorni di pellegrinaggio».

L’articolo integrale e la galleria fotografica del pellegrinaggio diocesano a Lourdes sul nostro settimanale. Le notizie dalla Diocesi di Novara, sul nostro settimanale – in tutte le edizioni – in edicola venerdì 28 luglio e disponibile anche in digitale, abbonandoti o acquistando il numero che ti interessa a partire da qui.

Condividi su

Leggi anche

cattedrale novara
Diocesi

Beatificazione di don Giuseppe Rossi, il grazie della Diocesi ai volontari

Andrea Gilardoni

Diocesi

Dall’8 settembre alla liberazione, l’Ossola nella bufera della guerra

Redazione

Marco Canali
Diocesi

Don Giuseppe Rossi, esempio per i presbiteri di oggi

Redazione