Condividi su

Anche la comunità del seminario sta vivendo alcuni momenti ricchi di riflessione, in occasione dell’Ottobre missionario.

Uno di questi momenti è stata la visita del vescovo e missionario Adriano Ciocca Vasino, nella giornata di mercoledì 11.

L’incontro coi seminaristi si è svolto una settimana dopo la presentazione di Michele e Simone sull’esperienza missionaria vissuta la scorsa estate in Brasile, presso la prelatura di Sao Felix, proprio dove risiede e svolge il suo ministero il vescovo Ciocca Vasino (altro servizio in queste pagine ndr.).
Il vescovo ha brevemente tracciato la sua esperienza sacerdotale, dal primo incarico pastorale a Grignasco, all’invio in Brasile come missionario “fidei donum” nel 1978 realizzando un profondo desiderio personale, alle varie realtà parrocchiali vissute, alla nomina come vescovo di Floresta, alla presa di possesso della prelatura di Sao Felix.

Dom Adriano ha voluto impostare l’incontro con i seminaristi come uno «scambio di cammini di Chiese», facendo partire la discussione dalle domande poste dai ragazzi che hanno spaziato dalla formazione dei sacerdoti che serviranno la Chiesa brasiliana, alle sfide che sono chiamati ad affrontare i pastori della Chiesa locale.

Dom Adriano ha delineato un modello alternativo di “seminario” in cui gli alunni seguono un percorso presso una scuola teologica imperniata intorno allo studio della Sacra Scrittura vivendo però in comunità e svolgendo una professione lavorativa per mantenersi. Ciò permette ai futuri preti di sperimentare i reali problemi delle persone e di essere veramente “prossimi” alla gente, evitando il rischio di clericalismo.

La grande sfida della Chiesa brasiliana è quella di creare una rete pastorale, tenendo conto del rapporto tra il numero basso dei sacerdoti, poche decine, e la vastità immensa dei territori della diocesi, equivalente a circa mezza penisola italiana; da qui la necessità di «fare formazione» presso il laicato, distribuendo alcuni ruoli nel rispetto dei compiti specifici.

I due punti fondamentali evidenziati dal vescovo sono stati: la centralità della Parola di Dio che fornisce la chiave di lettura della realtà e la necessità di un lavoro di equipe che faccia emergere i rispettivi carismi.

Servizio completo, con approfondimenti sull’Ottobre Missionario, sui nostri giornali in edicola il 20 ottobre. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero che interessa direttamente qui.

Condividi su

Leggi anche

Diocesi
l'AZIONE

Patto per governare le nuove tecnologie, entra nel vivo Passio 2024

Monica Curino

cattedrale novara
Diocesi
l'AZIONE

Domenica 18 febbraio l’elezione dei catecumeni nella Cattedrale di Novara

Redazione