Condividi su

Si torna a votare, domenica, per il rinnovo dei consigli di quartiere di Omegna. 

Un appuntamento molto atteso e nel quale l’amministrazione crede molto, come rimarcato nei giorni scorsi in conferenza stampa sia dal vice sindaco reggente Mimma Moscatiello che dall’assessore ai servizi demografici Franco Gemelli. 

“Partecipare all’elezione dei quartieri e candidarsi – così la Moscatiello – significa mettersi in discussione e fare qualcosa di concreto per la città. Io posso solo dire grazie a tutti i candidati, perchè non è facile dedicare del tempo alla comunità, anche se sarebbe una cosa auspicabile per tutti. Abbiamo intrapreso una strada, come amministrazione, seguendo i dettami e l’esempio del nostro compianto Alberto Soressi, che nella partecipazione, nel dialogo, nell’ascolto, credeva molto. Ci sembra giusto che i quartieri possano riavere dignità e tornino ad essere protagonisti: per troppi anni sono stati dimenticati, messi da parte e quasi osteggiati, ora è il momento che facciano nuovamente sentire la propria voce attraverso i loro rappresentanti”. 

“Noi in questi mesi – così la Moscatiello – abbiamo cercato di coinvolgere quante più persone possibile: penso al consiglio comunale dei ragazzi, penso alla consulta giovanile, penso adesso ai quartieri”.

“Ci sembrava anche giusto dare un segnale e fare queste elezioni prima delle amministrative” ha concluso la Moscatiello. 

Più di sessanta i candidati, con una presenza femminile che supera il 30%. 

“Mi piace evidenziare – così si è espresso l’assessore Gemelli – come in tutti i quartieri, eccezion fatta per Agrano, ci siano più candidati di quanti ne servivano: significa che le riunioni che abbiamo fatto in queste settimane, gli incontri con la presenza della giunta e del consigliere delegato Dario Galizzi, hanno portato i risultati sperati”. 

“Confidiamo che ci possa essere una buona partecipazione: sarebbe il giusto premio per chi si è messo in gioco ed ha deciso di candidarsi” ha concluso l’assessore

Condividi su

Leggi anche

Immagine di freepik
l'INFORMATORE

Corso di teatro per ragazzi dai nove ai tredici anni a Orta con la Compagniadellozio

Gianni Cometti