Condividi su

La comunità di Re ha celebrato la “Festa del Miracolo”. A distanza di 530 anni da quel fatto miracoloso avvenuto il 29 aprile 1494, la Basilica del Santuario della Madonna del Sangue ha accolto centinaia di fedeli giunti per fare memoria di questo importante anniversario.

A presiedere la celebrazione il Vescovo di Novara, Monsignor Franco Giulio Brambilla che ha chiuso il suo intervento con queste parole: «Amate la vostra terra, amate i suoi segni, la Madonna, i sacerdoti e amate le persone che vi aiutano a essere perseveranti e concordi nella preghiera e nella carità».
La messa si è conclusa con la recita della preghiera della Supplica dinnanzi all’immagine della Madonna.

«Sono passati 530 anni da quel 29 aprile 1494, ma la nostra presenza in questo giorno – le parole del rettore del Santuario, padre Giancarlo Julita – ci dice che Maria è presenza viva nel cammino del popolo di Dio. Non è un ricordo di un fatto passato ma un fatto presente nella nostra vita».

Le notizie dalle parrocchie della Diocesi di Novara si possono trovare sul nostro settimanale, in edicola a partire da venerdì 3 maggio. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente qui.

Condividi su

Leggi anche

Uno scorcio della Val Grande - AF2098, CC BY-SA 4.0 , via Wikimedia Commons
il VERBANO

La “musica in quota” a Pian d’Arla con il coro Le Chardon in concerto

Sara Sturmhoevel

Immagine di frimufilms su Freepik
il POPOLO dell'OSSOLA

Presentato il film “Quel rintocco di campane a San Giovanni” che racconta Crevoladossola

Redazione