Condividi su

«In questi anni la festa patronale dell’8 maggio ha registrato diverse novità». A sottolinearlo è il prevosto di Intra, don Costantino Manea. Alla vigilia delle celebrazioni in onore di San Vittore, il parroco richiama l’importanza di questo evento all’interno del cammino annuale della città e, nel contempo, traccia un bilancio del suo ministero decennale al servizio della comunità di Intra. «L’aver spostato la solenne messa dal mattino alla sera – afferma don Manea – ha permesso una maggiore partecipazione di persone, così come suggestivo è il fatto che in processione venga portata anche la statua del santo patrono e non solo la croce con la reliquia».

Altra novità degli ultimi anni sono i fuochi d’artificio sul lago. «Il grazie – ricorda don Costantino – va al Comune che promuove questo momento finale, con cui si chiudono i festeggiamenti la sera dell’8 maggio. La festa patronale vuole essere sempre più un appuntamento che unisce le nostre diverse comunità parrocchiali cittadine e in modo più esteso tutta la cittadinanza verbanese. La presenza delle autorità civili e militari diventa un segno di questa compartecipazione ed è anche l’occasione per rivolgere loro il grazie per il servizio che offrono alla città, rendendola più sicura, più attraente e più prospera».

Il programma della Festa patronale

I festeggiamenti patronali di San Vittore iniziano domenica 7 maggio, alle 17, in basilica con i Vespri e la venerazione della reliquia.
Lunedì 8 maggio, alle 10, la messa in basilica. Alle 20.30 il tutto culminerà con la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo di Novara, monsignor Franco Giulio Brambilla. Al termine, nelle vie e sul lungolago si snoderà la processione con la statua del santo patrono e la reliquia del legno della Croce. Il tutto si concluderà al porto vecchio con la benedizione del lago e delle genti. Seguirà lo spettacolo di fuochi d’artificio a cura del Comune.

Il concerto del coro

Sabato 13 maggio, alle 21.15, in basilica il coro polifonico “San Vittore” offrirà il tradizionale concerto con un omaggio a Gioacchino Rossini e al suo celebre “Stabat Mater”. Diretto dal maestro Riccardo Zoja e con al pianoforte Alberto Magagni, il coro polifonico San Vittore sarà accompagnato dalle voci di Laura Scotti, soprano; Raffaella Angeletti, mezzo soprano; Massimiliano Pisapia, tenore; e Oliviero Pari, basso.

La notte bianca e il San Vittore Day

Anche l’Oratorio partecipa attivamente ai festeggiamenti patronali con una serie di eventi. Venerdì 5 maggio va in scena la “Notte bianca dei ragazzi”, serata dedicata ai ragazzi dei gruppi, con un imperdibile gioco seguito da un momento di preghiera e con la possibilità di fermarsi a dormire. Sabato 6 maggio, dalle 19, la grigliata per tutti, seguita da fantastici tornei per piccoli e grandi. Lunedì 8 maggio, dalle 8.30 alle 17, in Oratorio ci sarà un anticipo del Grest, con giochi e attività per i bambini dalla prima elementare alla seconda media.

Gli articoli integrali sul nostro settimanale in edicola il venerdì e disponibile anche online.

Condividi su

Leggi anche

il VERBANO

Albertella è sindaco di Verbania, supera Brezza al ballottaggio

Maria Elisa Gualandris

Boggiani raccontato da Leigheb
l'AZIONE

Leigheb racconta Guido Boggiani al Museo del paesaggio di Verbania

Monica Curino

Settimana della danza verbania maggiore 2024
il VERBANO

“Settimana della Danza” al Maggiore Verbania dal 1° al 6 luglio 2024

Luca Crocco