Condividi su

Sabato 11 febbraio si celebra la XXXI Giornata Mondiale del Malato, che quest’anno avrà come tema «Abbi cura di lui. La compassione come esercizio sinodale di guarigione».

La celebrazione della giornata a Novara

Il vescovo Franco Giulio Brambilla presiederà la messa alle ore 15 , nella chiesa di San Michele Arcangelo all’Ospedale Maggiore di Novara. La celebrazione sarà preceduta alle 14.30 dalla preghiera del Rosario.

La proposta diocesana per le parrocchie e gli operatori pastorali

Per vivere nelle comunità parrocchiali la Giornata voluta da san Giovanni Paolo II nel giorno in cui si celebra la Festa della Madonna di Lourdes è disponibile anche un sussidio per la preghiera meditata del Rosario, scaricabile dal portale su diocesinovara.it.

In occasione della Giornata, la diocesi di Novara mette poi a disposizione in formato video le lezioni padre Arnaldo Pangrazzi (già docente presso l’Istituto Internazionale Camillianum di Roma) su tematiche riguardanti la cura di malati e anziani. Si tratta di 55 video, della durata di 18-20 minuti ciascuno, che affrontano il tema della umanizzazione della salute e dei luoghi di cura, della visita ai malati nelle comunità parrocchiali, delle competenze necessarie alla cura, dell’assistenza alle persone anziane, oltre alle tematiche legate alla malattia, alla morte e al lutto. I destinatari sono sacerdoti e i cappellani ospedalieri, i ministri straordinari della comunione, i vari gruppi parrocchiali e le associazioni di volontariato che si occupano si assistenza a malati e anziani. I video sono disponibili su una chiavetta della capacità di 32 Gb. Chi volesse riceverla, può segnalarlo a don Michele Valsesia, referente diocesano per la pastorale della salute scrivendo a [email protected]. E’ chiesto per le spese del materiale un contributo, di 10 euro.

Il convegno dell’Associazione Medici Cattolici di Novara

Sempre sabato 11 febbraio, si terrà presso l’aula magna dell’ospedale Maggiore di Novara un convegno organizzato dall’associazione dei Medici Cattolici dal titolo “Integrazione tra ospedale e territorio a beneficio del cittadino. Quali difficoltà e quali le soluzioni?”.
«L’integrazione tra ospedale e territorio – afferma il direttore generale dell’Ospedale, Gianfranco Zulian – rappresenta la nuova e decisiva sfida del Sistema sanitario nazionale. Trovare spazi per riflettere su questi temi può essere un imortante passo nella giusta direzione».
«Convegni come quello promosso dall’Associazione Nazionale Medici Cattolici italiani dice afferma il Direttore Generale dell’Asl Novara Angelo Penna – consentono di portare alla ribalta l’importanza dell’integrazione tra ospedale e territorio e valorizzare le azioni intraprese tra l’Asl Novara e l’Azienda ospedaliero universitaria Maggiore della Carità che, grazie alla solida sinergia in essere consolidano una rete socio-sanitaria che risponde ai bisogni di salute del territorio e che garantirà i servizi sanitari nei prossimi anni». L’appuntamento, cui prenderà parte anche il vescovo Franco Giulio Brambilla, è a partire dalle 8,30.

Sui nostri settimanali in edicola venerdì 10 febbraio, un editoriale di don Michele Valsesia, parroco di San Michele Arcangelo all’Ospedale e referente diocesano per la pastorale della salute.

Condividi su

Leggi anche

Diocesi

Sport, divertimento e fraternità per gli oratori della diocesi a Intra

Sara Sturmhoevel

cattedrale novara
Diocesi

Beatificazione di don Giuseppe Rossi, il grazie della Diocesi ai volontari

Andrea Gilardoni

Diocesi

Dall’8 settembre alla liberazione, l’Ossola nella bufera della guerra

Redazione

Marco Canali
Diocesi

Don Giuseppe Rossi, esempio per i presbiteri di oggi

Redazione