Condividi su

Formazione, cambiamento del mondo educativo, identità di genere. La consulta dei dirigenti scolastici coordinata dall’Ufficio scuola della diocesi di Novara continua il suo cammino e tocca questi temi nella sessione autunnale. L’incontro dei presidi, a Borgomanero, ha messo al centro diverse tematiche, con nuovi spunti di cui l’ufficio scuola terrà conto già per la stesura del programma formativo dell’anno scolastico 2024/25.

«È stato come sempre un momento di ampio respiro – racconta il direttore dell’ufficio, Paolo Usellini – oltre che un momento di scambio di buone prassi tra scuole. Siamo molto soddisfatti di questo cammino anche perché risponde ad un’esigenza dei dirigenti stessi, sia del mondo della scuola statale sia paritaria, di incontrarsi e mettere al centro del dibattito i ragazzi, il cambiamento del mondo educativo e come rispondere alle nuove esigenze presenti».

Idee, condivisione e progettazione «che parte dall’ora di religione cattolica ma poi spazia ad ampio respiro su tematiche trasversali» aggiunge Usellini. Che ricorda il perché della nascita di un gruppo di lavoro da lui fortemente voluto: «La consulta è stata concepita come palestra di idee che ci permetta di trovare possibili strade concrete per una collaborazione tra istituzione scolastica e comunità ecclesiale».

Con uno sguardo, quindi, al ruolo degli insegnanti di religione, come ideale anello di connessione tra le due realtà, «ma non solo: tutti i docenti da un lato e dall’altro gli operatori pastorali che si occupano di giovani e famiglia». Con una convinzione di fondo: «l’impegno educativo richiede un’alleanza tra tutti i soggetti che hanno responsabilità in questo ambito. Un’alleanza “laica” nel senso positivo del termine, perché al centro c’è il bene dei nostri giovani».

Questo articolo e altre notizie provenienti dal territorio della Diocesi di Novara si possono trovare sul nostro settimanale, in edicola da venerdì 1° dicembre. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero che interessa direttamente cliccando sopra a qui.

Condividi su

Leggi anche

Al centro, il vescovo Franco Giulio Brambilla
Diocesi

Cammino sinodale e giovani: il futuro dell’Azione cattolica

Maria Rizzotti

Un momento della processione del 25 febbraio 2024 a Castiglione
Diocesi

La Chiesa novarese in cammino verso la beatificazione di don Giuseppe Rossi

Andrea Gilardoni

Battiston, Peyron e Barbaglia
Diocesi

Liberiamoci dall’aura “di magia” che avvolge l’intelligenza artificiale

Marta Buttiero