Condividi su

Incominceranno lunedì 30 gennaio i festeggiamenti per San Giulio all’Isola. Una festa durante le quale la comunità monastica dell’Isola ricorderà anche il 50° anno della sua fondazione.

Esse stesse scrivono: «Siamo ormai entrati nell’anno 50° dalla fondazione della nostra Comunità monastica, ricorrenza che ci incamminiamo a vivere con gioia, semplicità e grande gratitudine al Signore. Nel fare memoria di quegli umili inizi – ancora vivi nel ricordo di chi era presente e divenuti ormai “patrimonio comune” attraverso i racconti e le immagini che li hanno consegnati alla custodia del cuore di ciascuno di noi – non possiamo che elevare a Dio, con rinnovato ardore e devozione, il canto della lode e del ringraziamento! In occasione di questo nostro giubileo, abbiamo il desiderio di rinnovare anche il senso di comunione e vicinanza con tutti coloro che, in un modo o nell’altro, sono entrati a far parte di questa storia di grazia. Questa vicinanza è espressa primariamente con la preghiera, nella quale ogni giorno portiamo al Signore il cammino di ogni persona che ci è cara, di tutti coloro che si affidano alla nostra intercessione, di chi ci sostiene con la propria preghiera ed anche di tutti i più bisognosi, distanti e sconosciuti pellegrini della vita e figli di Dio dispersi che nel cuore di Cristo possono comunque trovare casa insieme a noi».

IL PROGRAMMA

Lunedì alle 16.30, vespri della solennità nella basilica e quindi apertura della cripta e omaggio al Santo. La festa culminerà martedì 31 gennaio. Alle 10.30, solenne celebrazione presieduta da monsignor Franco Giulio Brambilla. Alle 14.45, processione con le reliquie del Santo lungo un itinerario attraverso l’isola. Esposizione del Santissima Sacramento e adorazione. Le suore benedettine sono presenti sull’Isola dall’11 ottobre 1973.

LA NEWSLETTER DELLA COMUNITA’ MONASTICA

Le monache annunciano poi una novità che desiderano introdurre nelle prossime settimane: «Accanto alla preghiera vogliamo però anche riprendere la tradizione di un contatto più frequente attraverso lo strumento della newsletter, con cui vi raggiungeremo mensilmente ogni 11 del mese. Sarà un appuntamento che, come una “novena di preparazione”, ci accompagnerà alla celebrazione dell’11 ottobre prossimo.

La condivisione di spunti di riflessione e parole significative ricevute o donate in questi anni vuole essere il modo con cui tener desto il cuore alla meditazione e all’accoglienza dell’agire di Dio nella nostra vita. Cinquant’anni di storia non sono altro che un’infinità di istanti in cui Egli ininterrottamente si è reso presente nel nostro cammino. Il modo più bello per festeggiare è allora riconoscere la Sua fedeltà, nella consapevolezza che non solo essa non è venuta meno nel passato, ma che ugualmente non verrà meno per il futuro, sul quale ci affacciamo con speranza affidandoci ad ogni passo alla sua Grazia e Provvidenza!».

Condividi su

Leggi anche

l'INFORMATORE

Per far conoscere servizi e diritti Anffas propone un BonS.A.I.

Gianni Cometti

Foto di Andreas Glöckner da Pixabay
l'INFORMATORE

Cinema Nuovo di Borgomanero, il programma in sala fino al 28 maggio 2024

Luca Crocco

l'INFORMATORE

Le Bandiere Blu premiano le acque di novarese e Vco

Fabrizio Frattini

Foto di Andreas Glöckner da Pixabay
l'INFORMATORE

Cinema Nuovo di Borgomanero, il programma in sala fino al 21 maggio 2024

Luca Crocco