Condividi su

Apre il primo marzo il sottopassaggio ferroviario tra via Arona e Fratelli Maioni a Borgomanero. L’opera indispensabile per evitare le lunghe fermate ai passaggi a livello è attesa da almeno quarant’anni. Risale infatti al 1982, la proposta di una struttura simile che però venne bocciata dall’allora Consiglio comunale.

Allora si prevedeva un collegamento fra viale Marazza e via Maggiate con un tunnel sotto l’area della stazione ferroviaria. Una parte dei consiglieri non la ritenne opportuna in quanto avrebbe deturpato un’area del centro di Borgomanero oltre a portarvi più traffico.

Il sottopasso determinerà l’eliminazione di due passaggi a livello, quelli di via Arona e di via Fratelli Maioni. Le Ferrovie (Rfi) che gestisce e finanzia l’operazione (il manufatto è di sua proprietà) intende eliminare tutti passaggi a livello perché la loro manutenzione ha un costo e perché influiscono in negativo sulla gestione delle corse dei treni.

L’articolo completo con le voci della gente sul nostro settimanale in edicola da venerdì 17 febbraio e disponibile anche online.

Condividi su

Leggi anche

Franco Acquaviva
l'INFORMATORE

Il Teatro degli Scalpellini propone un esperimento con il coniglio bianco e rosso a San Maurizio

Redazione

Foto di Andreas Glöckner da Pixabay
l'INFORMATORE

Cinema Nuovo di Borgomanero, il programma in sala fino al 5 marzo

Luca Crocco

Villa Marazza a Borgomanero
l'INFORMATORE

Marzo in rosa alla Fondazione Marazza con “Smettetela di farci la festa” e “Profumo di donna”

Redazione

Immagine di freepik
l'INFORMATORE

Corso di teatro per ragazzi dai nove ai tredici anni a Orta con la Compagniadellozio

Gianni Cometti