Condividi su

Un colpo di testa perentorio del borgomanerese Michael Kayode permette all’Italia Under 19 di Bollini di conquistare il titolo europeo nella finale disputata a Malta contro il Portogallo.

Kayode, classe 2004 è nato a Borgomanero e ha doppio passaporto italiano e nigeriano.

Nasce come centrale difensivo anche se può ricoprire più ruoli.

Dopo essere cresciuto nelle giovanili della Juventus, si è trasferito al Gozzano nel 2020 facendo il suo esordio in serie D nel 2021.

Successivamente è passato alla Primavera della Fiorentina.

Il debutta a Gozzano è arrivato nella stagione della seconda promozione in serie C poi rinunciata dalla società. Lanciato da mister Antonio Soda come centrale di difesa sia destro che sinistro, si ritaglia in una partita il posto da titolare e finisce il campionato con ben 34 presenze e 2 reti.

Passato alla Fiorentina in breve diventa titolare fisso nella formazione Primavera totalizzando 61 presenze in due stagioni con 4 reti in campionato più altre in Coppa Italia e Supercoppa di categoria.

Durante la pausa dei mondiali 2022 viene aggregato alla prima squadra viola e effettua con loro la tournée invernale.

11 presenze in Nazionale U19 e 4 in U18.

Condividi su

Leggi anche

l'INFORMATORE

Le Bandiere Blu premiano le acque di novarese e Vco

Fabrizio Frattini

l'INFORMATORE

La Festa dei popoli a Borgomanero, per riflettere su chi ha fame e chi spreca cibo

Gianni Cometti

l'INFORMATORE

Il “ceppo” di corsa con le carriole attorno al campanile restaurato a Gozzano

Rocco Fornara

l'INFORMATORE

Nell’antica piazza della pieve di Cureggio il mercato della terra “Naturale!”

Gianni Cometti