Condividi su

Il testo pirandelliano “Uno, nessuno, centomila” si fa teatro con la Compagnia Dellozio a Borgomanero nella Casa della Carità. Lo spettacolo sarà il 10 febbraio alle ore 21 con ingresso a offerta libera, il ricavato sarà destinato interamente alla Casa della Carità. Ne ha parlato Matteo Riva, una delle personalità a capo della compagnia teatrale. «A noi fa un grande piacere aiutare questo progetto che fa bene alla comunità, e mi fa piacere farlo nel modo che preferisco: il teatro».

Una compagnia «da Domodossola a Cesena»

La Compagnia Dellozio, attiva dal 2017, propone formazione, eventi e produzioni soprattutto nella zona dell’Ossola, ma lo sguardo è sempre aperto. «Abbiamo stretto contatti a Domodossola, Orta, Varzo, Cesena, Milano… Insomma, ci piace che le nostre attività si allarghino anche spazialmente». Parla Matteo Riva, detto Cinzio, che dirige la compagnia con Matteo MinettiMatteo Morigi e Gianmarco Gadini.

Il nome curioso della compagnia è volutamente lasciato con il dubbio «viene da una storiella di Matteo Minetti. In un progetto precedente la compagnia, era ritenuto perfetto per il ruolo di Ziovania, abbreviandolo come zio. Poi al momento della scelta del nome, piaceva questo gioco di parole con ozio, quindi abbiamo optato per il nome tutto attaccato, compagniadellozio, lasciando a chi legge l’interpretazione. In compagnia lo pronunciamo come se fosse scritto “dell’ozio”».

Compagnia Dellozio ha un approccio a tutto tondo nel teatro

Oltre alla formazione, attiva a Varzo, Domodossola e Orta, sono anche organizzatori del festival estivo Oxilia, che porta in val d’Ossola anche artisti rinomati e proposte di teatro di grande impatto. Non mancano anche le loro produzioni, di cui letture con musica dal vivo e prosa di vario genere.

«Da quest’anno vorremmo lanciarci in una rassegna non solo estiva, ma programmata per tutto l’anno, da ottobre a ottobre. Penso che la gente abbia voglia di riscoprire la potenza del mezzo teatrale, e ci sentiamo di assecondarla. Ed è un consiglio per chi come noi organizza le stagioni, perché il rischio è poi di sottostimare e perdere la forza del teatro. Non bisogna quindi avere paura di osare, di chiamare nomi importanti e ricercare l’espressività del mezzo».

L’anteprima di “Uno, nessuno, centomila” a Borgomanero

La performance programmata alla Casa della Carità di Borgomanero della compagniadellozio è una anteprima del debutto in teatro dello spettacolo. «È bellissimo fare la reale prima con pubblico a Borgomanero per aiutare questo progetto», infatti tutto il ricavato andrà a favore della Casa della Carità. «D’altronde anche nel testo di Pirandello si legge del protagonista che dà tutto in beneficenza» citando il libro ottavo di “Uno, nessuno e centomila”.

Il cast è composto da Matteo Minetti come regista, Marta Zanetta, Antonio Santomauro sul palco con Matteo Riva, protagonista e a capo dell’adattamento del testo. «Ho voluto fare un adattamento fedele al testo, dato che quelli che vedevo da altri non mi soddisfacevano ne ho sentito il bisogno.»

Questo è periodo di debutti per la Compagnia Dellozio, per più info visitare il loro sito web e la pagina facebook.

L’articolo integrale e altre notizie dalla Diocesi di Novara si possono trovare sul nostro settimanale, in edicola da venerdì 9 febbraio. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente sopra a qui

Condividi su

Leggi anche

Foto di RachH da Pixabay
l'INFORMATORE

In lingua o in dialetto: il Premio di poesia “Città di Borgomanero”

Gianni Cometti

Borgomanero
l'INFORMATORE

A San Marco e a Santa Cristina c’è bisogno di cimiteri più grandi

Gianni Cometti

Franco Acquaviva
l'INFORMATORE

Il Teatro degli Scalpellini propone un esperimento con il coniglio bianco e rosso a San Maurizio

Redazione

Foto di Andreas Glöckner da Pixabay
l'INFORMATORE

Cinema Nuovo di Borgomanero, il programma in sala fino al 5 marzo

Luca Crocco