Condividi su

La diversità è ricchezza, va vissuta in armonia, senza l’ombra di conflitti. Lo dimostra la “Festa dei popoli” che da undici anni si svolge a Borgomanero coinvolgendo associazioni e persone di etnie diverse. Vi erano gruppi di peruviani, vietnamiti, eritrei, ucraini, di Santo Domingo. Un concreto messaggio di pace insieme con quello di un’alimentazione corretta per la persona e per il pianeta.

Gli studenti dei due istituti comprensivi del Borgomanerese – con Cureggio, Maggiora e Boca – guidati dalle insegnanti e coordinati da Lucia Zanettichini, hanno realizzato una mostra, con pannelli, esposti alla Casa della Carità, frutto di una ricerca vasta, approfondita, precisa. Ne sono scaturiti quattro messaggi.

Il primo sullo spreco alimentare. Nel mondo, ogni anno, viene buttato 1.3 miliardi di tonnellate di cibo pari a un terzo della produzione. In Europa – si calcola – ciascuno, ogni anno, lascia nella spazzatura 179 chili di alimenti. Il secondo aspetto riguarda la frutta di stagione, che non c’è più a causa del riscaldamento globale che propone tempi di maturazione diversi. Come terza considerazione una proposta: riportare sulle etichette quanta quantità di CO2 (anidride carbonica) viene emessa per produrre un alimento, dando la possibilità di scegliere fra quelli meno inquinanti.

L’articolo integrale, con le foto della giornata e le notizie dai territori della Diocesi di Novara si possono trovare sul nostro settimanale, in edicola a partire da venerdì 17 maggio. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente qui.

Condividi su

Leggi anche

l'INFORMATORE

La tela di Grassi a Soriso sarà restaurata con tecniche innovative

Redazione

Carla Biscuola
l'INFORMATORE

A Gozzano Carla Biscuola sindaco, con Tucciariello e Zucchetti

Redazione

Foto di Andreas Glöckner da Pixabay
l'INFORMATORE

Cinema Nuovo di Borgomanero, il programma in sala fino al 19 giugno 2024

Luca Crocco