Condividi su

Gianmarco Iaria, presidente del sodalizio, spiega che «si tratta di un’anteprima del grande concerto che si terrà sabato 26 novembre, alle 21, all’auditorium delle scuole medie Floreanini, con la Filarmonica omegnese. Venuta meno l’emergenza Covid, abbiamo ripreso la tradizione del concerto alla casa di riposo».
Alla sfilata sono seguite la Messa e una cena conviviale. A proposito del concerto del 26 novembre, Iaria spiega: «Quest’anno abbiamo voluto avere un punto di contatto con la scuola media di indirizzo musicale: è la prima volta, nella speranza che questo si possa trasformare in collaborazione. Ci piace proporre l’ambiente della banda ai ragazzi che vanno a scuola e che hanno vocazione musicale. Noi vorremmo che passasse il concetto che la Banda è un posto dove poter continuare a crescere musicalmente, perché offre l’opportunità di suonare diversi stili, dalla musica classica alla leggera. È una sorta di palestra molto importante per la formazione dei ragazzi che vorranno poi continuare lo studio in conservatorio». Suo figlio Luca frequenta il secondo anno dei corsi accademici del Conservatorio di Como, con ottimo profitto e l’esperienza che ha fatto in Banda dove tuttora suona la tromba, gli è servita tantissimo: «Quando suono nell’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Como con gli ottoni, non ho mai riscontrato problemi in quanto già avvezzo alla musica d’insieme per gli anni di esperienza maturata in Banda» spiega il giovane strumentista.
Il Civico Corpo Musicale di Domodossola vi aspetta per il grande concerto di Santa Cecilia, tradizionale appuntamento pre-natalizio.

Condividi su

Leggi anche

manifestazione contro la guerra in ucraina sir
il POPOLO dell'OSSOLA

Flash mob a Domodossola per dire basta alle guerre in Ucraina e nella Terra Santa

Elisa Pozzoli

l'INFORMATORE

A Borgomanero anteprima di “Oltre il buio”, cortometraggio tra disabilità e speranza

Redazione