Condividi su

Sarà il parroco di Stresa, don Gianluca Villa, a celebrare la messa per le 14 vittime della caduta della funivia del Mottarone, martedì 23 maggio, nel secondo anniversario della tragedia. L’appuntamento è alle 11 nella chiesetta della Madonna della Neve, sulla vetta della montagna.

Sono stati invitati a partecipare alla funzione i familiari delle vittime, ma anche le forze dell’ordine e i soccorritori che ebbero il compito di intervenire sullo scenario del disastro. E i parrocchiani che vorranno unirsi nel dolore e nel ricordo. Ci sarà anche la procuratrice Olimpia Bossi, che coordina le indagini dei carabinieri sull’accaduto.

Non è prevista, invece, una cerimonia ufficiale, al cippo che l’amministrazione comunale un anno fa ha fatto posare nel luogo in cui la cabina è caduta.

Chi vorrà potrà raggiungerlo singolarmente per un pensiero e una preghiera. Sulla lapide sono incisi i nomi delle vittime. Intanto è attesa a breve la chiusura delle indagini da parte della procura di Verbania. Sono 14 i nomi iscritti nel fascicolo, due società, Leitner Spa e Ferrovie del Mottarone Srl, e dodici persone. I principali indagati sono il gestore dell’impianto, Luigi Nerini, il direttore di esercizio Enrico Perocchio e il capo servizio Gabriele Tadini.

Le ipotesi di reato sono di attentato alla sicurezza dei trasporti e rimozione o omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro, aggravata dal disastro.

Leggi altre notizie dal Novarese sul nostro settimanale in edicola il venerdì o in digitale, abbonandoti o acquistando il numero che ti interessa a partire da qui

Condividi su

Leggi anche

il VERBANO

Albertella è sindaco di Verbania, supera Brezza al ballottaggio

Maria Elisa Gualandris

Boggiani raccontato da Leigheb
l'AZIONE

Leigheb racconta Guido Boggiani al Museo del paesaggio di Verbania

Monica Curino

Settimana della danza verbania maggiore 2024
il VERBANO

“Settimana della Danza” al Maggiore Verbania dal 1° al 6 luglio 2024

Luca Crocco