Condividi su

Saranno 81 gli uffici postali dei Comuni del Novarese sotto ai 15mila abitanti a essere interessati dal progetto “Polis” di Poste Italiane. Un servizio che, una volta in funzione, consentirà ai cittadini di poter richiedere, direttamente in posta, certificati anagrafici e di stato civile, la carta d’identità elettronica, i documenti previdenziali, il passaporto, ma anche molto altro. A partire dai certificati giudiziari sino ai servizi alle Regioni o alle attestazioni Isee.

Un progetto che punta a dare una mano alla cittadinanza dei piccoli Comuni, facilitandola nella richiesta di documenti e realizzando un vero  e proprio sportello unico. E che cerca di far fronte alla scomparsa, in molte di queste realtà sotto ai 15mila abitanti, di servizi importanti, che stanno sempre più chiudendo.

Basti pensare alla richiesta del certificato giudiziario per un residente in un Comune distante dal Tribunale di Novara. Appena partirà “Polis” potrà farne richiesta all’ufficio postale. «Nel Novarese – spiega Carmen Priore, direttrice della filiale di Poste Italiane di Novara – sono 87 i Comuni e ben 83 sono al di sotto dei 15mila abitanti. Gli uffici postali sparsi sul territorio sono 108. Noi attiveremo Polis – precisa – in 81 di questi».

 L’articolo integrale sul nostro settimanale in edicola da venerdì 17 febbraio e disponibile anche online.

Condividi su

Leggi anche

Tornano gli Streetgames a Npvara
l'AZIONE

Novara: Streetgames porta in piazza gli sport

Marco Cito

Banca
l'AZIONE

Banca della parrucca a Novara: in aiuto delle pazienti oncologiche in terapia

Monica Curino

Foto dal sito del Ministero delle Imprese e del Made in Italy
l'AZIONE

A Novara impianto da 3,2 miliardi per produrre semiconduttori?

Fabrizio Frattini

l'AZIONE

Due assessori novaresi per la giunta di Cirio

Redazione