Condividi su

Presso i giardini del lungo lago di Omegna si può ammirare la creazione dell’artista Raffaele Ariante denominata La Colonna d’Amore.

La scultura, intitolata appunto “Colonna d’amore”, sarà inaugurata in questo mese.

E’ un’opera policromatica, così come dovrebbe essere la vita, una vita ricca di colori, di speranza, una vita in un continuo divenire che si trasforma per renderla straordinaria nella sua quotidianità nel donarsi all’Altro.

Grazie all’associazione “Fra il cuore e la mente”, nella persona del suo presidente, l’omegnese Gianni Alberganti, che Ariante ha concretizzato il suo progetto che comprende un laboratorio aperto nel salone di Santa Marta aperto a chiunque voleva colorare una “bomba”, ovvero una sfera di terracotta per dare vita alla “Colonna d’Amore”.

I bambini impegnati a realizzare le sfere per la colonna d'Amore
I bambini impegnati a realizzare le sfere per la colonna d’Amore

Sono state colorate trecentosessantacinque sfere di terracotta dal diametro di dodici centimetri, tante quanto sono i giorni dell’anno e le stesse sono state collocate sulla colonna, in acciaio corten, altra tre metri e sessantacinque centimetri che ha una base di ottanta centimetri.

Le sfere policromatiche, realizzate dagli studenti delle scuole di Omegna e dalla società civile, sono state collocate negli appositi fori creati con il taglio laser sulla lamiera. Al progetto hanno preso parte anche gli studenti di Grottaferrata del liceo Artistico San Giuseppe e la dirigente, dottoressa Elettra Casali, è voluta essere presente alla posa della Colonna.

Il titolo della mostra di Ariante è: Spontaneità dell’Amore e leggerezza dell’essere.  Resta aperta sino al 28 di maggio nei giorni di giovedì, sabato e domenica (orari 10 -12,30 e 14,30-19).      

Condividi su

Leggi anche