Condividi su

“Se i suoni fossero farfalle ovvero come andare a caccia di bellezza e particolarità, ascoltando” è il titolo dell’evento organizzato dall’ente di gestione dei Sacri monti con il liceo musicale Piero Gobetti di Omegna, scuola capofila del progetto nato per realizzare opere musicali ispirate alla bellezza artistica e paesaggistica dei nove Sacri Monti.

L’appuntamento è per il 22 aprile presso il Conservatorio di Novara dove si terrà un seminario che avrà quale ospite Claudio Ambrosini compositore veneziano, autore di lavori vocali, strumentali, elettronici, sinfonici, opere liriche, commissionati da vari enti come Rai, Biennale di Venezia e dai più grandi teatri italiani e internazionali.

Il 13 maggio al Sacro Monte di Varallo Sesia si svolgerà un workshop con il maestro Alberto Veggiotti e l’esecuzione di due composizioni corali ispirate dal contesto dei Sacri Monti.

Renata Sacchi, docente del Liceo Musicale Gobetti di Omegna spiega: “Sacri Monti in Musica” ha lo scopo di stimolare e creare una rete di collaborazione tra studenti piemontesi e lombardi proponendo i Sacri Monti come spazi per esprimersi, conoscere e vivere. Siamo convinti che tutte le esperienze maturate in questo progetto saranno fonte di ispirazione per il futuro dei nostri ragazzi nel mondo della musica”.

Francesca Giordano, presidente dell’Ente di Gestione dei Sacri Monti, aggiunge: “Questo progetto è un primo passo che va nella direzione di aprire i Sacri Monti ai ragazzi anche come spazio per proporre musica. Mi riferisco a musica classica, al jazz o ad altre proposte adeguate al contesto unico dei nostri Sacri Monti”.

Questa ed altre notizie dal territorio sul settimanale in edicola o online da venerdì 21 aprile.

Condividi su

Leggi anche

l'INFORMATORE del CUSIO

Feste patronali nel Cusio, Gesù ci invita a “rimanere nel suo amore”

Don Gianmario Lanfranchini