Condividi su

La Regione ha assegnato al Comune di Crevoladossola un finanziamento di 1,2 milioni di euro per completare il restauro di Villa Cesconi Renzi. Questa dimora ospiterà il municipio e i fondi serviranno per sistemare il secondo e terzo piano. Attualmente, le opere previste nel primo lotto (piano terreno e primo piano) sono in dirittura di arrivo, con affreschi recuperati e opere murarie completate. Il finanziamento regionale consentirà di effettuare gli interventi previsti nel secondo lotto, permettendo al municipio di Crevoladossola di trovare sede all’interno di questa villa dotata di un ampio parco verde che si affaccia su via Sempione

Il progetto era uno dei due pilastri del programma amministrativo dell’attuale amministrazione di Crevoladossola.

La villa rappresenta un pezzo importante della storia della comunità di Crevoladossola e aspettava da più di trent’anni una destinazione: l’unica scelta concreta e perseguibile è quella di adibirla a sede municipale. Tale percorso esigeva uno sforzo economico importante, in quanto si trattava di intervenire su di un edificio vincolato, con ingenti costi di ristrutturazione.

Il sindaco Giorgio Ferroni è molto contento: «Il fatto che la Regione Piemonte abbia stanziato la considerevole somma di un milione e 200 mila euro per finanziare il progetto per il recupero della Villa Cesconi Renzi è un’enorme soddisfazione per il sottoscritto e per tutta la nostra amministrazione. Il tema vero è che nessuno aveva avuto il coraggio di una scelta forte come quella di adibirla a nuova sede municipale, questo è stato un atto importante che ha anche creato qualche malumore, ma le scelte importanti e coraggiose vanno sempre fatte, anche se alienano qualche consenso».

Conclude Ferroni: «Ora dobbiamo galoppare per chiudere i lavori entro il 31 dicembre 2026 ma lo faremo con la soddisfazione di restituire alla comunità crevolese uno spazio unico ed importante».

Condividi su

Leggi anche

Diocesi
il SEMPIONE

Don Giuseppe Rossi, il ricordo del parroco martire e la gioia per la beatificazione

Redazione