Condividi su

La diciannovesima edizione dell’“Incontro Internazionale Architetti” si terrà a Domodossola, sabato 28 ottobre, alle 17 presso la sala delle Colonne (entrata vicolo Facini angolo piazza Chiossi).

«Dopo la sospensione dovuta alla pandemia, quest’anno l’incontro cambia data e location, spostandosi a fine ottobre nel centro domese (negli anni precedenti era al Calvario) e, oltre alla conferenza aperta al pubblico, vi sarà la possibilità di visitare il cantiere del villaggio laboratorio di Ghesc a Montecrestese» spiega Maurizio Cesprini, presidente di Canova.

Il tema dell’incontro è “Inspiring young architects”: partendo dall’esperienza sul campo sviluppata in questi anni dall’associazione Canova, con la partecipazione di studenti universitari alle attività didattiche, verrà esteso il confronto ad altre realtà italiane ed europee impegnate in progetti di conservazione e valorizzazione del paesaggio e dell’architettura storica.

Ospiti dell’incontro il Collettivo di architetti Boulouki (Grecia), che si occupa di ricerca etnografica e costruzione partecipata, l’architetto Roberto Dini del Politecnico di Torino, che si occupa di ricerca sull’architettura montana ed è redattore della rivista “ArchAlp”, il gruppo studentesco FoRTI del Politecnico di Torino, che da diversi anni organizza campi scuola dedicati all’utilizzo di materiali naturali e recupero di edifici, infine l’associazione ligure Enrico Calzolari Pro Monte Caprione, specializzata in recupero di terrazzamenti.

Questo articolo e altri approfondimenti li trovate sul nostro settimanale, in edicola venerdì 27 ottobre. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero che interessa direttamente qui

Condividi su

Leggi anche

Antonio Rosmini
il POPOLO dell'OSSOLA

Festa della Cella del beato Rosmini, sei giorni di celebrazioni e incontri a Domodossola

Mary Borri