Condividi su

Due interventi dal valore di 100 mila euro ciascuno per consolidare la sicurezza del territorio. Queste le cifre, frutto di finanziamenti regionali, che il Comune di Borgosesia ha potuto gestire in favore delle località di Fenera di Mezzo e Foresto per rendere sicuri alcuni terreni scoscesi che erano stati interessati da smottamenti e frane.

Il primo appalto è stato vinto dall’azienda De Giuliani di Borgomanero, mentre il secondo da MBG di Alagna. Inoltre è in fase di aggiudicazione un altro bando da parte della Centrale Unica di Committenza dell’Unione Montana Valsesia. Esso andrebbe impiegato per la realizzazione di un collettore per la raccolta delle acque stradali al quartiere Isola. In questo caso il finanziamento ammonterebbe a 300mila euro.

«Dopo una fase di assestamento e organizzazione – spiega il Sindaco Fabrizio Bonaccio – inizia ora una fase operativa che vedrà il Comune intervenire su diversi fronti.
Lavoriamo sia sulla programmazione che sulla partecipazione ai bandi, per poter catalizzare il maggior numero possibile di finanziamenti e riqualificare così il patrimonio territoriale ed urbanistico di Borgosesia. In questo modo renderemo la nostra città sempre più bella e sicura».

L’articolo integrale e altre notizie dalla Valsesia sul nostro sito e in edicola.

Condividi su

Leggi anche

il MONTE ROSA

I conti di Igea pareggiano sui 99mila euro, ma il vero bilancio è nell’iniziativa solidale

Redazione

il MONTE ROSA

Le donne valsesiane che la storia non può dimenticare

Lorenzo Del Boca

il MONTE ROSA

Dopo 50 anni Cravagliana è tornata la statua del Santo

Lorenzo Maria Colombo

Un gruppo di volontari valsesiani a Roma
il MONTE ROSA

La Croce Rossa e Papa Francesco, i volontari dalla Valsesia a Roma

Redazione