Condividi su

Una Palestrina accogliente e sicura, per favorire la socializzazione e momenti di condivisione dei bambini, dei ragazzi e delle loro famiglie. E’ questo il sogno dell’Oratorio di San Giuseppe per la Palestrina, un progetto che è stato presentato lo scorso mercoledì 24 gennaio, con il lancio della raccolta fondi. La serata, introdotta da don Alessandro Cosotti, responsabile della pastorale giovanile nella parrocchia di Trecate, è stata molto partecipata dalla comunità. Ed è stata l’occasione del lancio della campagna di raccolta fondi. 

Il progetto, lanciato da qualche mese, prevede lavori per oltre 100mila euro che dovrebbero essere finanziati in parte dalla Fondazione Comunità Novarese onlus e in parte da donazioni. È stato il direttore generale della Fondazione, Gianluca Vacchini, a spiegare le ragioni per le quali l’ente ha deciso di dare un contributo ai lavori e dare indicazioni su come funzionano sia il finanziamento che la campagna.
Le attività dell’Oratorio negli ultimi anni hanno avuto un notevole incremento in termini di presenze e di riscontro a livello formativo, dando piena ragione alla necessità di valorizzare un altro ambiente presente in Oratorio. La “palestrina” collocata in una posizione strategica può rispondere a questo bisogno dando spazio ad attività educative quali conferenze, catechismo allargato, incontri di formazione per adolescenti e adulti impegnati nelle varie attività parrocchiali ma anche attività sportive finalizzate alla coesione sociale, culturale e religiosa tra le persone.

«La Fondazione Comunità Novarese onlus crede nel progetto – ha detto Vacchini – e lo sostiene con un contributo pari a 40mila euro, nel contesto del Bando “Cooperare – Luoghi di vita” abbiamo quindi attivato una campagna di raccolta fondi».

Il presidente della Fondazione Davide Maggi aveva sottolineato la decisione di contribuire al recupero della struttura alla luce del fatto che «l’Oratorio e, di conseguenza, la sua Palestrina, sono luoghi in cui nascono e crescono relazioni ed è, quindi, importante che siano spazi sicuri e piacevoli dove i giovani possono trascorrere del tempo condiviso. La Fondazione riconosce il merito di progetti come quello della Parrocchia Maria Vergine Assunta in cui i giovani e una loro vita sociale condita da valori positivi, sono posti al centro».

Anche il parroco Don Ettore è intervenuto per ribadire quale sia l’importanza di un Oratorio che abbia un ruolo formativo, educativo e di intrattenimento valorizzando e mettendo a disposizione di tutta la comunità le strutture esistenti ribadendo quanto detto nei mesi scorsi: «Si tratta dell’unico grande locale che si affaccia sul cortile e diventa ambiente vitale per tante occasioni aggregative e sportive. Dobbiamo dare a questo spazio una veste più decorosa e accogliente, garantendo maggior sicurezza ai bambini, ai ragazzi e alle loro famiglie. Spero che la nostra comunità comprenda il valore di questo progetto e si attivi per sostenerlo”.

Chi vuole partecipare alla campagna di raccolta fondi, anche con una piccola donazione, può usare un bollettino postale conto corrente n. 18205146 intestato a Fondazione Comunità Novarese onlus; un bonifico su Bancoposta IBAN IT63 T0 76 011 01 000000 18 20 51 46  oppure un conto Paypal e-mail [email protected]) anche questo intestato a Fondazione Comunità Novarese.
E importante ricordarsi di indicare sempre nella causale “Donazione per La Palestrina – Parrocchia di Trecate”.  È infine anche possibile donare il proprio contributo in casa parrocchiale negli orari di apertura.

L’articolo integrale, con le foto della serata, assieme ad altre notizie dal territorio della Diocesi di Novara si possono trovare sul nostro settimanale, in edicola venerdì 2 febbraio. Il settimanale si può leggere anche online, abbonandosi o acquistando il numero cliccando direttamente sopra a qui

Condividi su

Leggi anche

Diocesi
l'AZIONE

Patto per governare le nuove tecnologie, entra nel vivo Passio 2024

Monica Curino

4,7 milioni di euro per lo sviluppo di 41 Comuni del Novarese
l'AZIONE

4,7 milioni di euro per 41 lo sviluppo di Comuni del Novarese

Marco Cito

Giustizia
l'AZIONE

Percorso sulla giustizia riparativa al via a Novara

Monica Curino