Condividi su

Vi sono dei siti ex industriali da bonificare ad Arona. Si tratta di tre serbatoi dell’ex Apprettificio Legnanese, attivo fino agli anni ‘90, e della grossa cisterna dell’Arona Petroli di via Monte Rosa, azienda anche essa chiusa. Entrambi sono vicini ad abitazioni, il secondo addirittura di fronte ad una serie di case.

Il più urgente pare essere il caso dell’Apprettificio Legnanese sito in Valle Vevera, angolo via Vittorio Veneto per il rischio di contaminazione delle falde acquifere.

La ditta Lamberti di Albizzate (Va), che ha acquistato l’area dagli ex proprietari aronesi, ha comunicato al Comune, in accordo con Arpa, la possibilità di rimuovere un serbatoio interrato.

Il responsabile dell’ufficio tecnico Mauro Marchisio spiega: «Si prevede la verifica della conformità dei terreni posti lateralmente e sul fondo del serbatoio che verranno rimossi e poi analizzati. In corrispondenza di altri due serbatoi sarà creata nel terreno una trincea verticale con l’obiettivo di prelevare ed analizzare i campioni di terra posti lateralmente e sottostanti ai serbatoi. La rimozione non è fattibile perché i due serbatoi sono troppo a ridosso di un edificio ed uno scavo potrebbe costituire un forte elemento di instabilità dell’adiacente via Valle Vevera».

L’articolo integrale sul nostro settimanale in edicola venerdì 17 febbraio e disponibile anche online.

Condividi su

Leggi anche

il SEMPIONE

Ad Arona tempo di Tredicino, le giostre e il programma

Giulia Dusio

Arona
il SEMPIONE

Positivo il bilancio turistico dell’anno 2023 per l’Aronese

Franco Filipetto

Il tavolo dei relatori della presentazione del quaderno "La memoria non è polvere"
il SEMPIONE

La “Casa di Riposo” di Arona assicura che “la memoria non è polvere”

Giulia Dusio

il SEMPIONE

L’immagine digitale di Cimberio “made in Dormelletto”

Redazione